• Google+
  • Commenta
20 febbraio 2015

Residenza Universitaria Cà Foscari: il Miur finanzia 4,5 milioni

Residenza Universitaria Cà Foscari

Università “Cà Foscari” di Venezia – Lo scorso dicembre il Ministero ha comunicato l’ammissione definitiva al cofinanziamento per la Residenza Universitaria Cà Foscari. Entro sei mesi il progetto

Residenza Universitaria Cà Foscari

Residenza Universitaria Cà Foscari

Resta aggiornano sulle News della tua Università, collegati alla Fan Page Controcampus

Campus scientifico, scatta la fase ‘due’ e il Miur finanzia la Residenza Universitaria Cà Foscari per 4,5 milioni

A fine mese l’inizio del trasferimento dei laboratori di ricerca e degli studi da Venezia a Mestre: entro fine anno tutte le attività dell’area scientifica ‘sbarcano’ in terraferma

Al Campus Scientifico dell’Università Ca’ Foscari Venezia scatta la fase “due”: entro fine mese cominciano le operazioni di trasferimento a Mestre dei laboratori di ricerca dalle sedi veneziane di Santa Marta e Celestia. Entro settembre 2015 tutte le attività dell’area scientifica (Dipartimento di Scienze Molecolari e Nanosistemi e Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica) lasceranno definitivamente il centro storico e approderanno in terraferma.

Finanziamenti Miur alla Residenza Universitaria Cà Foscari

Il MIUR (Ministero dell’istruzione, università e ricerca) inoltre ha comunicato all’ateneo lo scorso dicembre l’ammissione definitiva al cofinanziamento per la realizzazione della Residenza Universitaria Cà Foscari che sorgerà a fianco del Campus Scientifico di Mestre per la quale assegna all’Università un contributo di 4,5 milioni di euro. Entro i prossimi sei mesi è prevista la presentazione del progetto definitivo dell’opera per dare avvio alle procedure di gara.

Nei prossimi giorni comincerà secondo il crono programma concordato con i due Dipartimenti di area scientifica, e in accordo con e autorità competenti, il trasferimento dei laboratori di ricerca e degli studi dei docenti da Santa Marta e dalla Celestia; il trasferimento si completerà entro il 30 settembre 2015, liberando gli spazi di Santa Marta, a Venezia, dove sarà costruita una ulteriore residenza studentesca, per la quale sono già in corso le procedure di scelta del contraente. Anche le attività di ricerca attualmente ospitate a Venezia presso la Celestia verranno trasferite nel nuovo Campus entro il 2015, al piano terra dell’edificio Zeta dove sono cominciati i primi lavori per la funzionalizzazione degli spazi.

Ca’ Foscari ha inoltre stanziato a bilancio 8.5 milioni di euro per la costruzione e la funzionalizzazione dell’edificio Epsilon, il quinto edificio a quattro piani del Campus Scientifico che si prevede di cominciare a costruire nel corso del 2016. L’edificio ospiterà aule e sale per lo studio, servizi di ristorazione e di prossimità, laboratori di ricerca e studi.

«L’ammissione definitiva del Ministero al cofinanziamento per la Residenza Universitaria Cà Foscari è un’ottima notizia, ora possiamo procedere alla fase di progettazione con l’obiettivo di vedere in funzione l’opera entro il 2018 – afferma Il Rettore dell’Università Ca’ Foscari Venezia Michele BugliesiSiamo inoltre molto soddisfatti di poter trasferire tutta l’attività scientifica di Ca’ Foscari in terraferma entro quest’anno, rispettando le tappe previste per il trasferimento. Con lo stabile per la residenza studentesca e la costruzione del quinto nuovo edificio, Epsilon, il Campus si appresta a diventare una grande realtà di studio e di ricerca in un’area di Mestre che ha tutte le potenzialità per configurarsi come area strategica, una vera e propria cittadella dell’innovazione scientifica e tecnologica e dei servizi, attenta alla sostenibilità ambientale».

Residenza Universitaria Cà Foscari per studenti

La Residenza Universitaria Cà Foscari verrà realizzata nell’area compresa fra il Campus Scientifico e la rotatoria situata alla fine di via Torino; si estenderà su una superficie di 22mila metri quadrati e ospiterà 140 alloggi destinati in gran parte a studenti capaci e meritevoli ma privi di mezzi. La residenza ospiterà anche spazi con funzioni ricreative e servizi (sale studio, guardaroba, lavanderia, ripostigli).

Ricerca scientifica: da venezia a mestre entro il 2015. A fine febbraio comincia il piano di trasferimento dei laboratori di ricerca, degli uffici amministrativi e degli studi dei docenti dei due Dipartimenti scientifici di Ca’ Foscari. Le attività, entro il settembre 2015, lasceranno quindi definitivamente le sedi di Santa Marta e Celestia, in centro storico, per trasferirsi in terraferma, nel nuovo Campus.

Nell’edificio Alfa (dal terzo al settimo piano) si trasferiranno gli studi dei docenti e gli uffici amministrativi dei due Dipartimenti, nell’edificio Beta al secondo e terzo piano verranno trasferiti i laboratori di ricerca, in Delta e Gamma verranno collocati ulteriori laboratori e studi. Le attività attualmente ospitate alla Celestia si trasferiranno pure al Campus Scientifico di via Torino entro il prossimo ottobre, negli spazi al piano terra dell’edificio Zeta dove sono iniziati i primi lavori di funzionalizzazione. Infine, in attesa della costruzione dell’edificio Epsilon, Ca’ Foscari ha acquisto la disponibilità dell’intero edificio nel quale aveva sede il Consorzio inter universitario INCA. L’edificio ospiterà laboratori di ricerca e studi.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy