• Google+
  • Commenta
30 aprile 2015

Unicam, strategia aree interne: al via l’area maceratese

Accordo sullarea maceratese

Università degli Studi di Camerino – E’ stato sottoscritto lo scorso 22 aprile, presso la sede dell’Università di Camerino, l’atto propedeutico alla stipula della Convenzione sulla “Strategia delle Aree Interne”, riferita all’area dell’alto maceratese

Accordo sullarea maceratese

Accordo sullarea maceratese

La stipula del documento rappresenta un risultato molto importante raggiunto dal territorio maceratese, grazie ad una forte sinergia tra Regione Marche, nel suo ruolo di Ente promotore e regista territoriale dell’iniziativa, i Comuni facenti parte l’area con il fondamentale ruolo svolto da UNICAM.

La strategia è una sfida importante perché presenta una visione di sviluppo dei servizi delle zone montane quale contrasto alla desertificazione demografica e gli amministratori locali hanno dimostrato senso di responsabilità e volontà di condivisione del percorso, non facile, ma molto stimolante, dimostrando la maturità propria di chi vuole superare sterili campanilismi. Trasporti, sanità, istruzione e sviluppo economico sono i cardini di sviluppo previsti dalla strategia.

Sottoscrittori dell’accordo, oltre al Rettore Unicam, sono infatti stati i Sindaci dei Comuni designati dal Ministero dello Sviluppo Economico (Acquacanina, Bolognola, Castelsantangelo sul Nera, Cessapalombo, Fiastra, Fiordimonte, Gualdo, Monte Cavallo, Monte San Martino, Muccia, Penna San Giovanni, Pievebovigliana, Pievetorina, Sant’Angelo in Pontano, San Ginesio, Sarnano, Serravalle di Chienti, Ussita e Visso), i Presidenti delle due Unioni Montane coinvolte (Monti Azzurri e Marca di Camerino). Il coinvolgimento dell’Ateneo, quale supporto tecnico scientifico alla progettazione, è stato considerato in maniera favorevole dallo stesso Ministero e ritenuto, oltre che originale, elemento di equilibrio e sintesi omogenea di tale area di studio.

Il progetto è nato nel contesto della Consulta permanente per lo sviluppo, un tavolo di concertazione territoriale coordinato dall’Ateneo di Camerino, e ha preso corpo grazie al supporto dell’assessorato alle Politiche Comunitarie della Regione Marche, che oltre ad un’azione di indirizzo ha svolto il delicato quanto fondamentale compito di intermediazione con il Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica del Ministero di riferimento.

Tale strategia si inserisce in quella nazionale sulle aree interne, fortemente voluta dal Ministero dello Sviluppo Economico nella persona dall’ex Ministro Fabrizio Barca, ed individua come obiettivo principale la spinta al rafforzamento della struttura demografica dei sistemi locali, ovvero l’inversione della tendenza allo spopolamento in atto, venendo a costituire una straordinaria opportunità, sia nell’ottica di un finanziamento diretto ministeriale/regionale che nell’ambito della Programmazione dei Fondi Comunitari 2014-2020, per l’avvio della ripresa dello sviluppo economico e sociale del territorio.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy