• Google+
  • Commenta
19 maggio 2015

Pentecoste 2015: significato e origini, che data e giorno è quest’anno

Immagine sacra sulla Pentecoste
Immagini sacre sulla Pentecoste 2015

Immagini sacre sulla Pentecoste 2015

Domenica 24 Maggio è Pentecoste 2015: ecco il significato e le origini di questa festa, in che date e in che giorno si festeggia quest’anno.

Tra pochi giorni si avvicina una data molto importante per i cristiani, ossia il giorno di Pentecoste: che cos’è e significato di questa festa che spiega le origini della Chiesa.

La Pentecoste 2015 come ogni anno cadrà di domenica.

La Pentecoste è una festa mobile in quanto la data coincide con la domenica successiva ai 49 giorni dopo la Pasqua.

Ma che cos’è la Pentecoste e qual è il significato religioso di questa festa religiosa?

Questa festività celebra un evento decisivo per la storia della fede cristiana: la discesa dello Spirito Santo nel Cenacolo, sugli Apostoli e la Vergine.

L’importanza di questo avvenimento è da ricercare nel successivo inizio della missione degli Apostoli fra tutti popoli della terra, ossia annunciare il Vangelo e la Parola di Dio.

Per gli Ebrei la Pentecoste era inizialmente denominata “festa della mietitura” e “festa dei primi frutti”. Si festeggiava il 50° giorno dopo la Pasqua ebraica e segnava l’inizio della mietitura del grano.

Successivamente il significato della Pentecoste per gli Ebrei è stato quello di celebrare giorno in cui sul Monte Sinai, Dio diede a Mosè le tavole della Legge.

Ma vediamo quali sono le origini e significato di questa festa così antica, cosa significa e cosa bisogna sapere su questa ricorrenza così importante per la Chiesa.

Per non dimenticare neanche una festa religiosa come la Pentecoste 2015, ecco il calendario Santi 2015 con le date di tutti gli onomastici!

Pentecoste 2015: che cos’è e le origini della festa secondo gli Atti degli Apostoli

La Pentecoste

La Pentecoste

Cosa vuol dire Pentecoste?

Questo termine deriva dal greco e significa letteralmente “cinquantesimo giorno”, e fa riferimento ai cinquanta giorni successivi alla Pasqua ebraica.

Simbolicamente questa ricorrenza è raffigurata con il colore rosso: questo colore liturgico è un chiaro accenno allo Spirito Santo che, una volta posato sugli apostoli, assume la forma di lingue di fuoco.

La domenica di Pentecoste è chiamata anche “festa delle Settimane”, per la sua ricorrenza di sette settimane dopo la Pasqua, come citato in Tobia 2,1 e 2 Maccabei, 12, 31-32.

Un tempo questa festa era chiamata anche Pasqua delle rose, perché in molte chiese, si facevano cadere durante la messa rose e fiori vari, proprio a simboleggiare la discesa dello Spirito Santo.

In alcuni paesi europei, invece, si facevano un tempo volare dai tetti delle chiese delle colombe e si gettavano carboni accesi come simbolo della discesa dello Spirito Santo sugli apostoli.

Con la Pentecoste 2015 terminano dunque le feste di Pasqua 2015 e ci si prepara per il Corpus Domini.

Pentecoste 2015: quando si festeggia e perché è importante, ecco il passo che spiega che cosa è

Quest’anno la data della Pentecoste 2015 coincide con domenica 24 Maggio 2015. Lascia un messaggio di auguri per questa festa sulla Fan Page CC

L’evento che è ricordato in questa giorno di festività si legge nel secondo capitolo degli Atti degli Apostoli, dove è narrato l’episodio della discesa dello Spirito Santo. Ecco la spiegazione e il suo racconto, una breve sintesi per spiegare con un riassunti l’episodio narrato nei Test Sacri:

Gli apostoli erano con Maria, la madre di Gesù, a Gerusalemme nel Cenacolo, probabilmente della casa della vedova Maria, madre del giovane Marco evangelista.

Essi infatti erano soliti incontrarsi in questo luogo quando erano in città. A Gerusalemme in quei giorni erano giunti numerosi ebrei,per festeggiare la Pentecosta con il prescritto pellegrinaggio.

“Mentre stava per compiersi il giorno di Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all’improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo e riempì tutta la casa dove si trovavano.

Apparvero loro lingue di fuoco, che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito dava loro di esprimersi.

Si trovavano allora in Gerusalemme giudei osservanti, di ogni Nazione che è sotto il cielo. Venuto quel fragore, la folla si radunò e rimase sbigottita, perché ciascuno li sentiva parlare nella propria lingua.

Immagini sacre sulla Pentecoste

Immagini sacre sulla Pentecoste

Erano stupefatti e, fuori di sé per lo stupore, dicevano: ‘Costoro che parlano non sono forse tutti Galilei?

E com’è che li sentiamo ciascuno parlare la nostra lingua nativa?…”. 

Questo è il passo Atti degli Apostoli che spiega l’episodio legato a questa festività, scritto dall’evangelista Luca.

Condividi il video di buona Pentecoste!


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy