• Google+
  • Commenta
9 marzo 2016

Ora legale 2016: data cambio orario solare in Italia a Pasqua

Cambio ora legale 2016
Cambio ora legale 2016

Cambio ora legale 2016

Ora legale 2016, si spostano le lancette avanti di un’ ora: ecco la data del cambio orario solare in Italia, la notte tra sabato 26 e domenica 27 Marzo, giorno di Pasqua.

L’arrivo della Primavera coincide con il cambio orario: saluteremo l’ora solare e la ora legale diventerà di nuovo attuale.

Ma qual è la data in cui si spostano le lancette? Dormiremo un’ora in più o in meno? Quest’anno sarà davvero difficile dimenticare la data di quando avverrà il cambio ora: infatti l’ultima domenica del mese di Marzo coincide anche con la Santa Pasqua 2016.

Un’abitudine ritenuta da molti inutile, nonchè fastidiosa, ma tanti sono i Paesi che ancora oggi continuano ad adottare il cambio orario una volta ogni sei mesi.

Ma perchè si spostano le lancette 60 minuti avanti o indietro in Italia?

La ragione è che ci sarebbe un considerevole risparmio energetico, grazie alla ottimizzazione dell’uso della luce solare. In pratica, si anticipa l’attività dell’intero Paese per sfruttare meglio la maggior luce derivante dall’allungamento delle giornate. Questa abitudine è stata introdotta dopo la Seconda Guerra Mondiale a causa della crisi dell’energia elettrica che colpì le Nazioni nei duri anni che seguirono la catastrofe bellica.

Ora legale: data, quando cambia l’orario solare in legale e perché si spostano le lancette avanti

Sarà tra la notte di sabato 26 e domenica 27 che entrerà in vigore l’orario legale in Italia. Alle ore 2,00 si potranno spostare le lancette avanti di 60 minuti. Dormiremo un pò in meno, ma ci sarà tempo di recuperare il sonno perduto grazie alle festività pasquali. Diremo addio all’orario solare, che entrerà nuovamente in vigore il prossimo ottobre 2016. Ricordiamo che gli apparecchi elettronici come cellulari, smartphone, televisori, computer e tablet cambieranno automaticamente l’ora, mentre per gli orologi manuali e sveglie sarà necessario spostare personalmente le lancette.

Al momento potremmo goderci i benefici del nuovo orario, che prevede giornate più lunghe, grazie al sole che tramonta più tardi, regalandoci più ore di luce da dedicare alle nostre attività.

Ma qual è la differenza tra ora legale e ora solare? Quando facciamo riferimento all’orario solare, indichiamo l’ora esatta determinata dalla posizione del Sole in un determinato luogo ed in un determinato spazio. Il termine “legale” è stato introdotto nel 1884 durante la conferenza di Washington, quando la Terra fu suddivisa in 24 spicchi e si decise di introdurre questo orario, capace di armonizzare il concetto di tempo in ogni luogo.

Adesso con il termine orario legale si indica l’ora estiva, ossia quella convenzionalmente adottata per poter sfruttare al meglio la maggiore quantità di luce derivante dalla nuova stagione.

Curiosità e conseguenze sulla salute con l’introduzione della ora legale

Anche se la maggior parte delle persone impiega poco tempo ad abituarsi al nuovo orario, molto spesso i soggetti più sensibili soffrono diversi disagi. Infatti per chi ha problemi cardiaci, oppure è particolarmente sensibile, come nel caso dei bambini, l’entrata in vigore della ora legale potrebbe causare difficoltà a concentrarsi, oppure causare disturbi legati al sonno.

Molti impiegano del tempo prima di abituarsi allo slittamento dei 60 minuti, per questo gli esperti raccomandano a questi soggetti particolarmente sensibili di abituarsi gradatamente alla nuova ora. Basterebbe spostare le lancette dell’orologio 10 minuti alla volta avanti: in questo modo si ridurrebbe il rischio del cosiddetto “effetto jetlag”. 

La proposta di Codacons è, invece, quella di abolire definitivamente il cambio dell’ora, che ogni anno causa disturbi del sonno ad un bambino su due. Ma gli effetti negativi colpirebbero anche gli adulti: risintonizzare i ritmi biologici, causerebbe un disagio alla quasi totalità delle persone adulte.


© Riproduzione Riservata