• Google+
  • Commenta
12 aprile 2016

Prove concorso scuola: date e calendario concorso docenti 2016

Tracce prove scritte concorsone 17 maggio 2016
Date prove concorso scuola

Date prove concorso scuola

Ecco quando ci saranno le prove concorso scuola: date e calendario ufficiale pubblicato dal Miur del concorso docenti 2016. Consigli su cosa studiare e come prepararsi per gli scritti.

Il Miur ha pubblicato il calendario prove concorso scuola 2016 con le date per gli scritti di ogni classe di concorso.

Il 28 Aprile inizia una nuova fase per il reclutamento del personale docente nella scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado, per posti comuni e di sostegno.

Il calendario delle prove scritte del concorso docenti 2016 può essere scaricato di seguito in formato pdf con date per ogni classe di concorso.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, come ribadisce l’avviso pubblicato in Gazzetta Ufficiale, si atterrà alle date indicate per completare la prima fase del concorsone.

La nuova fase del concorso prenderà il via giovedi 28 Aprile 2016: i primi a dover affrontare i quesiti computer based saranno i docenti delle classi di concorso A54, B04 e A51, ossia Storia dell’arte, laboratori di liuteria e Scienze, tecnologie e tecniche agrarie. Il numero totale delle prove scritte è 93, e si prevede che questa nuova fase termini il 31 Maggio 2016, quando si terranno le prove della scuola dell’infanzia. Ricordiamo cosa studiare, e come prepararsi per le prove scritte e la prova orale.

Prove concorso scuola: date e calendario prove scritte concorso docenti 2016 –  scarica

Calendario concorso scuola 2016 – date per ogni classe di concorso << scarica

Gli Uffici Scolastici Regionali pubblicheranno quindi gli elenchi dei candidati che dovranno sostenere le prove almeno 15 giorni prima della data stabilita dal Miur per lo svolgimento dello scritto. Gli aspiranti docenti potranno quindi conoscere la loro aula di destinazione, ma l’avviso pubblicato dal Ministero conteneva anche altre informazioni sulle prove concorso suola 2016.

Infatti la nota inviata agli USR disciplinava alcune delle operazioni cui dovranno attenersi le commissioni ed i candidati per il corretto svolgimento degli scritti. In particolare ricordiamo che le operazioni di riconoscimento dei candidati avranno inizio alle ore 8,00 per le sessioni mattutine, e alle 14,00 per quelle pomeridiane. I candidati del concorso docenti 2016 dovranno essere muniti di documento di riconoscimento valido, codice fiscale e copia della ricevuta di versamento dei diritti di segreteria. I candidati non potranno tenere con loro telefonini, smartphone, tablet o qualsiasi altro strumento idoneo alla trasmissione dei dati, che potrebbe dunque alterare il risultato finale dell’esito.

Per alcune prove concorso scuola 2016, ricordiamo che è stata disposta l’aggregazione in regione diversa da quella per la quale sono stati banditi i posti. I candidati che hanno presentato domanda per le regioni per le quali è prevista l’aggregazione territoriale delle prove, dovranno svolgere gli scritti nella regione indicata dal Miur.

Il Ministero nella nota diffusa in Gazzetta Ufficiale ha anche riepilogato il contenuto della prova, così che ogni candidato ricapitoli cosa studiare e cosa ripetere in vista delle prove scritte e del colloquio orale.

Compensi commissari più alti per garantire le prove concorso scuola

Adesso che la fase calda del concorsone entra nel vivo, il premier Matteo Renzi sembra voler rivedere la questione dei compensi ai commissari che, ricordiamo, secondo quanto emerge da un’analisi condotta da Tuttoscuola, si aggirerebbe intorno ad 1 euro l’ora. Il Mef pertanto si sta mettendo in moto per ricalcolare i compensi e se non sarà trovata una soluzione, questo “imprevisto” rischierebbe di bloccare l’iter selettivo.

Anche dal mondo politico arrivano le prime reazioni in merito alle polemiche dei giorni scorsi. Matteo Salvini sottolinea la mancanza di rispetto per gli esaminatori “che verranno pagati meno di una sguattera del Guatemala“; mentre i sindacati hanno chiesto il rinvio delle prove concorso scuola 2016.

Marcello Pacifico Anief

Marcello Pacifico Anief

La proposta Anief è quella di far slittare lo svolgimento degli scritti al 12 maggio 2016, per tamponare il momentaneo disagio causato dall’assenza di personale che garantisca il corretto svolgimento delle procedure concorsuali. Ricordiamo che lo stesso Miur, insieme al calendario con le date prove concorso scuola 2016, ha diffuso anche una nota che disciplina come dovrà essere effettuata la vigilanza nelle aule, insieme alle altre operazioni propedeutiche per la predisposizione degli scritti. Nel caso non siano trovati esaminatori in numero sufficiente, il concorso docenti rischia di andare incontro a nuovi disagi e ritardi.


© Riproduzione Riservata