• Google+
  • Commenta
30 settembre 2016

Festa della fondazione della Repubblica Popolare Cinese

Locandina festa della fondazione della Repubblica Popolare Cinese
Locandina festa della fondazione della Repubblica Popolare Cinese

Locandina festa della fondazione della Repubblica Popolare Cinese

Festa della fondazione della Repubblica Popolare Cinese in Italia: gli eventi e la storia per ricordare il 67° anniversario della vittoria a Piazza Tianenmen.

Il 1° ottobre 2016 ricorre il 67° anniversario della fondazione delle Repubblica Popolare Cinese.

Un evento che viene ricordato ogni anno in tutte le province cinesi. E che anche in Italia coinvolge gli esponenti della comunità cinese e i leader politici della nostra Nazione. In Cina migliaia di persone si incontrano a piazza Tienanmnen. La stessa piazza dove il 1° ottobre 1949 Mao Tse Tung proclamò la nascita della Repubblica Popolare Cinese.

Ogni anno il Paese ricorda l’evento con diverse iniziative, come la parata militare durante la quale sfilano i componenti delle forze armate e i relativi armamenti. Piazza Tianenmen è una delle piazze più grandi e famose al mondo.

In occasione della festa della fondazione della Repubblica Popolare Cinese (o GuoQing jie, 国庆节 ), la piazza è decorata a festa con fiori e decorazioni tipiche.

La ricorrenza è celebrata con entusiasmo dai cinesi, che partecipano attivamente alle iniziative organizzate nella città di Pechino, Shangai, Qingdao e Sanya. L’integrazione della comunità cinese ha favorito la nascita di eventi e feste anche nelle principali città Italiane. Esponenti della politica e dell’economia italiana colgono l’occasione per sottolineare quanto siano preziosi gli accordi fatti con il popolo cinese per lo sviluppo del processo di internazionalizzazione del nostro Paese.

Festa della fondazione della Repubblica Popolare Cinese, celebrazione 67°anniversario

Anche quest’anno la Capitale ha voluto rendere omaggio all’evento con grande raffinatezza. Nella sede dell’ambasciata cinese di via Bruxelles, ai Parioli, si è tenuto un ricevimento con red carpet. A rispondere all’invito dell’ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia, Li Ruiyu, sono stati circa cinquecento ospiti. Tra i presenti c’erano l’ex sindaco di Roma Francesco Rutelli, l’ex ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni. Non poteva mancare il ministro consigliere dell’ambasciata cinese Han Qu, e l’ambasciatore del Giappone Kazuyoshi Umemoto. Ricordiamo inoltre l’ambasciatore Elisabetta Belloni, segretario generale della Farnesina, che ha preso parte all’evento anche in rappresentanza del Governo e degli Affari esteri.

La festa della fondazione della Repubblica Popolare Cinese che si è svolta ai Parioli lo scorso 27 settembre, ha voluto celebrare il 67° anniversario della ricorrenza con un evento in grande stile. Saloni illuminati a festa, allestimenti sobri e raffinati come quelli in giardino, che per l’occasione è stato illuminato da proiezioni di rosso vermiglio della bandiera nazionale. L’atmosfera suggestiva ed elegante, curata da NoSilence, ha contribuito al successo della serata.

L’ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia, Li Ruiyu, ha accolto i cinquecento ospiti sulla soglia dell’ambasciata. Ed ha tenuto il consueto discorso ufficiale. Il clima di festa è stato allietato dall’orchestra che ha eseguito brani della tradizione italiana e cinese.

Storia della fondazione della Repubblica Popolare Cinese, 1 ottobre 1949

Nell’ottobre del 1949, il successo ottenuto dai comunisti di Mao Tse Tung, cambia profondamente la storia della Cina. La lotta popolare raggiunge quindi il suo obiettivo. A distanza di sessantasette anni il Partito Comunista Cinese continua ad esistere. La sua influenza è, ed è stata, decisiva per l’intero mondo.

Il 1°ottobre  1949 Mao proclamò la nascita della nuova Repubblica Popolare. In questa data ricorre ogni anno la festa della fondazione. Da quel momento la Cina, devastata dalla guerra civile e dalla invasione giapponese, inizio la sua lenta, ma inesorabile ripresa. Adesso che il Dragone Rosso asiatico è una delle principali potenze economiche mondiali. Non stupisce l’affezione a questa data tanto significativa per la comunità cinese.

Lo stesso Li Ruiyu ha ricordato i significativi progressi fatti. Nel suo discorso ufficiale, tenuto alla festa ai Parioli, l’ambasciatore ha sottolineato l’importanza dei “grandi traguardi che sono stati raggiunti, nell’economia e nel benessere dei cittadini, insieme con il contributo alla pace nel mondo“.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy