• Meoli
  • De Luca
  • Paleari
  • Falco
  • Cocchi
  • Andreotti
  • De Leo
  • Scorza
  • Casciello
  • Crepet
  • Quarta
  • Chelini
  • di Geso
  • Boschetti
  • Rinaldi
  • Coniglio
  • Ward
  • Bonanni
  • Alemanno
  • Bonetti
  • Bruzzone
  • Dalia
  • Califano
  • Miraglia
  • Barnaba
  • Mazzone
  • Algeri
  • Leone
  • Pasquino
  • Baietti
  • Buzzatti
  • Rossetto
  • Romano
  • Gnudi
  • Valorzi
  • Gelisio
  • Tassone
  • Quaglia
  • Grassotti
  • Liguori
  • Catizone
  • Cacciatore
  • Romano
  • Santaniello

Immagini dal pianeta terra

17 Luglio 2006

Alle Scuderie del Quirinale, a Roma, si apre un’originale mostra dal titolo “Wim Wenders.

Immagini dal pianeta terra”. Dal 14 luglio al 27 agosto, s
Alle Scuderie del Quirinale, a Roma, si apre un’originale mostra dal titolo “Wim Wenders. Immagini dal pianeta terra”. Dal 14 luglio al 27 agosto, si potranno ammirare circa 60 scatti realizzati dal regista tedesco in più di venti anni. Infatti durante i suoi viaggi, il regista ha l’abitudine di fotografare momenti e paesaggi che lo colpiscono in modo forte e profondo. Si può così scoprire un altro volto di WimWenders, sempre e comunque dietro un obiettivo ma questa volta quello della macchina fotografica. Molte foto sono di grandi dimensioni, fino a quattro metri di larghezza, realizzate come appunti durante la ricerca di set appropriati ai film da girare. Ma ci sono anche immagini autonome che tracciano una visione del mondo del tutto personale e rappresentano un diario interiore. Si può trovare l’Australia interna, il Giappone, Cuba, Berlino e anche l’abisso di Ground Zero dopo l’11 settembre. Il regista, Leone D’oro nel 1982 con “Lo stato delle cose”, si autodefinisce “fotografo del paesaggio”, perché come lui stesso racconta “i paesaggi hanno storie da raccontare e sono molto di più che semplici luoghi. In un film i luoghi devono necessariamente giocare un ruolo secondario rispetto alla storia e ai personaggi. Nelle fotografie posso dar loro il ruolo centrale”. Nel percorso della mostra il visitatore può ripercorrere il viaggio fotografico iniziato da Wenders nel 1983, alla ricerca delle locations per “Paris,Texas”, e continuato attraverso la preparazione di molti film, da “Fino alla fine del mondo” a “Buena Vista Social Club”, per il quale ha ricevuto una nomination agli Oscar. I suoi scatti non raccontano storie, ma sono frammenti che colgono attimi di paesaggi. Sono foto realizzate frontalmente, neutre e descrittive, fatte con una macchina panoramica per catturare il paesaggio, sia esso urbano o naturale, e consegnarle alla contemplazione e alla riflessione dello spettatore. Inoltre ogni sera alle 21.15, sulla terrazza delle Scuderie del Quirinale verrà proiettato un film di Wenders o di un regista a lui affine, per la rassegna “Wim Wenders e gli amici americani”. Le Scuderie del Quirinale sono aperte tutti i giorni dalle ore 17.00 alle ore 24.00, il costo del biglietto intero è di euro 5.

© Riproduzione Riservata