• Google+
  • Commenta
14 luglio 2010

Università degli Studi di Padova: Green Economy, Laboratorio di didattica e ricerca

Il mondo, sia esso economico o sociale, muta continuamente e, oggi, sono proprio le imprese, le istituzioni, le professioni e anche l’università a dover rispondere adeguatamente al cambiamento.

Per queste nuove sfide, dunque, è necessario cambiare il paradigma metodologico con cui si affrontano i problemi. Negli ultimi anni ha assunto sempre più importanza il settore della Green/Clean Economy o, semplicemente, Economia Verde in cui il soggetto agisce coniugando regole di mercato, azioni imprenditoriali e responsabilità sociale. Serve allora ridisegnare il binomio diritto ed economia affinché, proprio nella Green Economy, questo binario giuridico – gestionale riesca a moltiplicare le azioni di imprese, società e istituzioni facendo ricadere sul territorio un possibile valore aggiunto.

Per analizzare le opportunità della Green Economy e promuovere il territorio del Nord-Est come punto di riferimento globale per lo sviluppo sostenibile, l’Università degli Studi di Padova intende creare un laboratorio di didattica avanzata, accompagnato da una Summer School, che integra studi di diritto comparato e di economia coinvolgendo in una stretta collaborazione istituzioni, imprese e realtà locali.

‹‹L’Università di Padova›› osserva Franco Silvano Toni di Cigoli responsabile del progetto ‹‹intende creare un Laboratorio di didattica avanzata e di ricerca annualmente accompagnato da una Summer School focalizzato sul diritto e sull’economia verde rivolto all’internazionalizzazione delle imprese. Così facendo la stessa Università intende confermare il proprio ruolo di “acceleratore” affinché siano favorite e accompagnate le trasformazioni in atto. In questo modo›› continua Toni di Cigoli ‹‹realtà imprenditoriali essenzialmente locali possono diventare nodi centrali di catene del valore su scala globale, garantendo alle stesse un vantaggio competitivo a livello internazionale››.

Domani giovedì 15 luglio il progetto verrà presentato alle ore 9.30 nella sede di Villa Molin Avezzù Pignatelli, in via Zabarella 1, a Fratta Polesine (Rovigo) con un evento inaugurale dal titolo Diritto ed economia verde. Globalizzazione Prospettive Territoriali: incontro con gli stakeholders per approfondire e capire organizzato dai Dipartimenti di Diritto Comparato e Scienze Economiche “Marco Fanno” e promosso dal Corso di Laurea in Diritto dell’Economia e Governo delle Organizzazioni dell’Università di Padova.

Dopo i saluti di Giuseppe Zaccaria, Magnifico Rettore dell’Università di Padova, Roberto Saro, Segretario Generale Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Lorenzo Belloni, Presidente CCIAA di Rovigo, e Giorgio Marassi, Vicepresidente Consorzio Universitario di Rovigo, saranno presentate le linee guida del progetto da Franco Silvano Toni di Cigoli e Andrea Marella, responsabili del progetto e docenti dell’Ateneo patavino.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy