• Google+
  • Commenta
14 dicembre 2010

Il Partito democratico impegnato in una manifestazione contro il governo Berlusconi:

Lo slogan “Con l’italia che vuole cambiare” è quello che il partito democratico ha scelto per scendere in piazza contro il governo Berlusconi, alla vigilia del voto di fiducia previsto per il 14 dicembre in parlamento.

Non ci sono dati ufficiali sui partecipanti: questa la scelta degli organizzatori ma sono comunque tantissime le persone che hanno riempito piazza San Giovanni, dove sono confluiti i due cortei partiti da piazzale Ostiense e da piazza della Repubblica.

Questa manifestazione ha visto come protagonisti dalla gente anziana con i berretti alle coppie con bambini al seguito; Il clima è quello di una adunata popolare, nazionale, in cerca di una parola di speranza sul futuro.

Migliaia le bandiere del PD, gli sriscioni e i cartelli ironici: il principale partito all’opposizione ha scelto la capitale per proporre la sua alternativa all’attuale esecutivo.

Il principale problema che è sorto, a detta di alcune persone, è stato quello di unità del paese che Berlusconi ha cercato sempre di dividere e non di unire.

Quel che si rivela essere l’obiettivo primario è cambiare chi governa l’italia.Si sente l’esigenza di qualcuno in grado di governarla per tutti e non soltanto per pochi.

Affermano infatti alcuni partecipanti alla manifestazione :”noi vogliamo dei dirigenti che guardino alle future generazioni e non alle future elezioni”.

Dario Franceschini, ribadisce che tanta gente vuole guardare ad un paese normale,moderno e Piero Fassino afferma che le persone hanno bisogno di vivere in un paese in cui il lavoro sia riconosciuto nella sua dignità,nel quale chi studia alluniversità lo possa fare sapendo che gli serve nella vita, in cui chi vive all’Aquila abbia la speranza di veder ricostruita la propria casa.

Sono stati tanti gli ospiti,le band i cantanti che si sono alternati sul mega palco allestito per l’occasione e che hanno voluto manifestare, ognuno a proprio modo, il proprio dissenso al governo.

Tra questi, sorprende Simone Cristicchi, che intona canzoni ironiche sulle donne e sul premier sulla base di motivi popolari. Sembra una festa di paese, in versione moderna, in cui molti italiani si riconoscono,sorridono ed accennano ad un ballo.

Non sono mancate,inoltre,le polemiche sulla cd. campagna acquisti dei parlamentari che la maggioranza starebbe effettuando per assicurarsi i voti a favore,al cui proposito la procura di roma ha aperto un fascicolo d’inchiesta.

Walter Veltroni afferma che,se qualcuno ha offerto dei soldi a dei parlamentari perchè votino in un certo modo o in un altro,è un reato. Enrico Letta,vicesegretario del PD,si trova daccordo con questo ragionamento.

Egli afferma infatti:”noi dobbiamo batterci affinchè nel nostro paese si riesca a far politica in un modo libero,senza che ci siano condizionamenti di questo genere.”

Pierluigi Bersani,segretario del PD,declama che l’unità del mondo del lavoro è un bene pubblico:un’ ora di lavoro precario deve essere retribuito alla pari con quello stabile e dipendente. La scala dei valori è ripristinata, seguendo le orme della Costituzione italiana della qualesono letti sul grande schermo alcuni articoli.

Egli conclude affermando che la crisi politica del centro-destra è senza rimedio e in ogni caso molto presto,comunque vadano le votazioni,questa crisi sarà evidente; è infatti convinto del fatto che il Pd ha posto la mozione di sfiducia al Governo al momento giusto e che il suo fallimento oggettivo sarà certificato ufficialmente martedì.

Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy