• Google+
  • Commenta
26 gennaio 2011

IX Lectio Patrum Lupiensis: San Cipriano di Cartagine

Il veicolo storico è il mezzo o semplicemente la materia, che permette a tutti noi di vivere nel presente, avendo conoscenza di numerosi sforzi o colpi di genio di cui sono stati protagonisti in diversi settori, coloro che hanno vissuto molte generazioni prima della nostra. E’ quasi una legge della natura. Non si può apprezzare il presente se non si tiene conto del passato. La cultura permette di sapersi districare da uno stato di ignoranza o di semi incoscienza dal quale l’uomo medio ha deciso in maniera del tutto sapiente di distaccarsi. Cultura che può essere manifesta in ogni settore.

Niente infatti viene oscurato dalla cultura. Ci sono stati poi nella storia dei personaggi, uomini colti ma del tutto comuni che hanno deciso di lasciare alla collettività qualcosa di talmente grande da essere definito come patrimonio immortale.

Di questi uomini ne era piena la chiesa, che, oltre ad essere considerata come luogo sacro, soprattutto nel passato era il luogo di ovvia riflessione dove gli uomini di fede, colti e raffinati, potevano mettere in atto il loro sapere a servizio del prossimo. Un servizio che viene apprezzato sopratutto oggi. Oggi che paradossalmente tutto è diventato computerizzato. Questo discorso è ancora più vero se nonostante google, internet e facebook quello che viene ancora affrontato è la storia che si manifesta in diverse tavole rotonde imperniate su questo o quel periodo d’indagine.

Personaggi che si mescolano agli eventi. Eventi, che senza i personaggi che hanno messo in campo le loro gesta, non potrebbero chiamarsi tali. Il risvolto di un unica e identica medaglia insomma. Gli uni sono inscindibili dagli altri.

E’ con questo intento che il dipartimento di Filologia Classica e di Scienze Filosofiche dell’Università del Salento di Lecce, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Scienze religiose della stessa città, organizza una giornata di studio dal titolo “IX Lectio Patrum Lupiensis: San Cipriano di Cartagine”.

“Questo incontro sostiene il prof Antonio Cataldo, docente di Letteratura Cristiana Antica presso il medesimo ateneo, servirà per porre la lente d’ingrandimento sulle opere che furono compilate da personaggi influenti della chiesa che con il loro apporto hanno lasciato ai posteri un patrimonio dal valore inestimabile”.

Ulteriori informazione, e visione integrale del programma è possibile conoscerla visitando il sito www.unisalento.it sezione news

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy