• Google+
  • Commenta
2 febbraio 2011

Università di Padova: L’altra Italia a Incontri al Bo. La scienza italiana nei 150 anni dall’Unità

L’abitudine, specie negli anni in cui cadono gli anniversari, è quella di ricordare la storia nazionale per tappe politiche, incarnate dagli uomini che sono stati gli artefici, prima come antagonisti e poi come uomini di governo, degli eventi che hanno segnato il nostro paese.

Esiste però un’altra Italia, quella degli scienziati, che ha reso la nostra piccola nazione “grande”. Tuttavia non bastano i nomi (Antonio Pacinotti, Galileo Ferraris, Camillo Golgi, Vito Volterra, Guglielmo Marconi, Antonio Meucci, Mauro Picone, Enrico Fermi, Rita Levi Montalcini, Salvador Edward Luria, Renato Dulbecco, Mario Capecchi, Carlo Rubbia, Riccardo Giacconi, Franco Modigliani) per capire l’altra storia, perché dietro ogni uomo di scienza esiste un particolare contesto politico che ha, di fatto, assegnato un ruolo allo scienziato. Dopo il Risorgimento molti di quegli uomini d’ingegno diventarono classe dirigente, successivamente vennero ridimensionati nel loro ruolo politico, infine si decise che la ricerca tout court non fosse più una priorità strategica del Paese.

‹‹In questo secolo e mezzo – racconta Angelo Guerraggio – la scienza italiana ha raggiunto eccellenze di livello internazionale, che sono rimaste però spesso delle “cattedrali nel deserto. Siamo infatti una nazione giovane, mentre la cultura industriale richiede tempi lunghi. E poi la nostra classe politica, con l’eccezione del Risorgimento, non ha capito il valore economico della scienza. Dal canto loro le comunità scientifiche non sono sempre state all’altezza del loro ruolo civile››.

Mercoledì 2 febbraio, alle ore 16.00 in Aula Nievo del Palazzo Bo, Angelo Guerraggio sarà ospite di Incontri al Bo con una conferenza dal titolo La scienza italiana nei 150 anni dall’Unità.

Angelo Guerraggio

, professore di Matematica generale e di Metodi matematici per l’analisi economica alla Facoltà di Economia dell’Università dell’Insubria di Varese e alla “Bocconi” di Milano, si è occupato di Storia della Matematica pubblicando diversi saggi tra cui Matematica in camicia nera. Il regime e gli scienziati e, di recente pubblicazione, L’Italia degli scienziati: 150 anni di storia nazionale.

Google+
© Riproduzione Riservata