• Google+
  • Commenta
25 marzo 2011

Google e Yahoo accusati di favorire la pirateria per causa di About Elly

Google e Yahoo
Google e Yahoo

Google e Yahoo

Google e Yahoo accusati di favorire la pirateria per causa di About Elly.

La magistratura romana ha emesso una sentenza contro il motore di ricerca Yahoo! in cui lo si dichiara responsabile se, cercando un film, tra i risultati compaiono collegamenti a siti pirata dove poter scaricare l’intera opera cinematografica.

Il casus belli che ha generato questo verdetto è stato il film iraniano “About Elly”, distribuito in Italia dalla PFA. E’ stata proprio la casa di produzione a mandare inizialmente una diffida a Yahoo!, chiedendogli di effettuare una pulizia tra i risultati di ricerca del film; in seguito Open Gate Italia, società che si occupa della difesa dei diritti di copyright, ha preso le redini del caso.

L’associazione ha portato come prova in tribunale il fatto che digitando sul motore di ricerca le parole “About Elly”, i primi risultati erano tutti collegamenti a pagine che consentivano di scaricare il film, e solo dopo comparivano i siti ufficiali.

Perciò la Nona Sezione del Tribunale di Roma ha obbligato Yahoo! a fornire solo risultati ufficiali con le seguenti parole: si “inibisce a Yahoo! la prosecuzione e la ripetizione della violazione dei diritti di sfruttamento economico sul film ‘About Elly’ mediante il collegamento a mezzo dell’omonimo motore di ricerca ai siti riproducenti in tutto o in parte l’opera, diversi dal sito ufficiale del film”.

Andrea Monti, avvocato specializzato nel diritto d’autore dei nuovi media nonché fondatore di Alcei (Associazione per la Libertà nella Comunicazione Elettronica Interattiva), commenta così la sentenza del Tribunale: “Questa sentenza è discutibile e pericolosa” dichiara Monti. “Se già è discutibile che qualcuno possa essere considerato responsabile dei contenuti linkati su un’altra risorsa, al di fuori del suo controllo, a maggior ragione è inammissibile far valere un discorso del genere per un sistema che i link li genera automaticamente, sulla base di un algoritmo e dunque, in automatico, senza alcuna consapevolezza della liceità o meno dello specifico contenuto.

La lotta contro la pirateria online è ormai in atto da almeno un decennio e Tullio Camiglieri, presidente di Open Gate Italia, è molto ottimista per il futuro: “Dopo questo primo importante successo, che apre la strada a tutti i detentori di diritti, i prossimi obiettivi saranno Google e YouTube annuncia, perché d’altronde “chi investe in cultura, informazione e intrattenimento ha diritto di vedere tutelato il proprio lavoro”.

Proprio parlando di Google e Yahoo, i più famosi motori di ricerca mondiali in questo momento hanno già problemi da risolvere. Il 22 marzo infatti una sentenza emessa dal Tribunale Federale di New York ha bloccato l’accordo tra Google e gli editori per creare una biblioteca digitale. Si sarebbero potuti rendere disponibili milioni di libri online, ma secondo il giudice ciò avrebbe consentito al motore di “sfruttare” i libri senza rispettarne i diritti d’autore. In realtà, Google già nel 2008 aveva raggiunto un accordo da 125 milioni di dollari con autori e editori, che avrebbero potuto inserire le loro opere venendo poi pagati nel momento della visualizzazione online.

Insomma, prima i film e poi i libri: è come se con i nuovi media avessimo creato un gigante potentissimo del quale ammiriamo la grandezza e le capacità (quanti di noi riescono a immaginare un mondo senza la comodità di Internet?); tuttavia adesso cerchiamo di limitarne l’efficienza, di mutilarlo, poiché la sua forza sfugge quasi al nostro controllo.

Eleonora Lena

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy