• Google+
  • Commenta
2 marzo 2011

La Rivolta degli Stagisti

C’è un momento nel quale ognuno di noi è disposto a fare sacrifici pur di far avverare un suo sogno e c’è un momento nel quale ognuno di noi prende coscienza che fare sacrifici non significa essere sfruttati come solitamente vogliono farci credere.

Per dire basta a quest’ulteriore abuso di potere è nato su internet “Il manifesto dello Stagista” che raccoglie la voce dei tanti stagisti italiani (oltre 300mila) che, da come si legge nella loro mission: “Lavorano senza alcun diritto se non quello di maturare esperienza”.

Dal sito infatti è possibile leggere che la nascita di questo sito è dovuta soprattutto in seguito alle molte segnalazioni e lamentele degli utenti per varie offerte di stage non retribuiti, anche da parte di istituzioni pubbliche, abbiamo sentito la necessità di utilizzare la visibilità e l’esperienza che avevamo accumulato per sensibilizzare, far discutere, far incontrare e smuovere i giovani italiani sulla tematica degli stage non retribuiti, indicando anche delle riforme pratiche della regolamentazione legislativa degli stessi.

Ed ancora “Siamo più di 300.000 stagisti in Italia e crediamo sia giunto il momento di far sentire la nostra voce. Fino ad ora le nostre piccole battaglie quotidiane le abbiamo fatte in solitaria. Adesso ci siamo contati e abbiamo capito che insieme possiamo far valere le nostre ragioni chiamando in causa chi davvero può cambiare le regole di questo gioco che ci vede sempre perdenti.
Non chiediamo manovre da milioni di euro, non chiediamo di essere assunti a tempo indeterminato sulla base dei nostri titoli e non chiediamo nemmeno un sussidio di disoccupazione dallo Stato, che invece tanti nostri coetanei europei percepiscono. Chiediamo semplicemente un po’ più di rispetto e la possibilità di giocarcela ad armi pari con chi ci ha preceduto
”.

Per questo motivo venerdì, 4 marzo, si terrà a Roma alle 16e30 presso la SALA SANTI sede della CGIL Nazionale in Corso d’Italia, 25 un incontro dove saranno presenti:

-* Eleonora Voltolina de “La Repubblica degli Stagisti”;
-* Stefano Campanari de “Il manifesto degli Stagisti”;
-* Sara Meddi della “Rete Redattori Precari Roma”;
-* Valerio Marinelli de “Associazione praticanti 6° piano”;
-* Luca De Zolt dell’associazione “Giovani NON+ disposti a tutto”.

All’incontro-dibattito, dove sono invitate a partecipare tutte le associazioni studentesche e le realtà giovanili attive sul tema, verrà presentata la richiesta, ormai chiodo fisso del movimento, per modificare il contratto di stage in Italia che consta in tre punti:

1. Se lo stage non è curriculare (non è svolto per motivi scolastici o universitari) deve prevedere un rimborso spese;

2. La somma minima per il rimborso spese deve essere così prevista:

-* 200 € al mese per studenti di scuola superiore;
-* 400 € al mese per diplomati con laurea triennale;
-* 500 € al mese per laureati con laurea specialistica;

3. Gli stage non possono essere svolti oltre i 18 mesi dalla fine di un corso di studi (scuola superiore, università, master, corso professionale).

Da come è possibile riscontrare queste sono richieste che non sono al di fuori di ogni immaginario ma il movimento a nome di tutti gli stagisti, oramai dentro a questo mondo, e per quelli che verranno, chiede che venga approvata una legge, simile a quella che regola gli stage in Francia, che dia un po’ più di dignità e diritti a questa classe di lavoratori non retribuiti.

Per far parte del movimento basta collegarsi al sito: http://www.manifestodellostagista.org/

Mentre per maggiori informazioni sull’evento di venerdì si rimanda alla pagina facebook: http://www.facebook.com/event.php?eid=128855540519441&ref=mf

Dora Della Sala

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy