• Google+
  • Commenta
15 marzo 2011

Università di Sassari : Intervento Rettore

“Pur apprezzando il disegno complessivo – spiega Attilio Mastino – che emerge dalla proposta di legge di riordino del sistema sanitario sardo, in discussione in questi giorni in Consiglio regionale, l’Università di Sassari è preoccupata per la previsione di una sola Area Vasta con sede a Cagliari che rischia di aggravare il pericoloso squilibrio territoriale a favore del capoluogo di Regione e di penalizzare la continuità di gestione dell’Azienda ospedaliera universitaria. Una profonda riforma del sistema sanitario regionale e delle aziende ospedaliere ci vede comunque favorevoli. Soprattutto se si prevedano investimenti per l’adeguamento tecnologico delle strutture e delle attrezzature mediche, dopo anni di stagnazione, e si introducano sistemi di valutazione efficaci delle strutture ospedaliere”.

“Il 31 marzo – aggiunge il rettore – scadrà la proroga del mandato del commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera universitaria. Pur apprezzando l’operato di Gianni Cavalieri, che stimo molto e ritengo degno della massima fiducia, non intendo dare parere positivo a un’ulteriore proroga della gestione commissariale. Il commissario infatti non dispone degli strumenti operativi e programmatici necessari per governare l’Azienda, non può costituire l’organo di indirizzo né approvare l’atto aziendale con l’articolazione dei dipartimenti. È quindi indispensabile arrivare rapidamente alla nomina del direttore generale dell’Aou. Chiediamo inoltre alla Regione Sardegna che si impegni a risolvere l’anomalia che vede circa 80 unità di personale, che prestano servizio nell’Aou, pagati interamente dall’Ateneo”.

“L’Università è pronta a far prendere servizio a molti docenti vincitori di concorso – continua Mastino – per colmare tutte le cattedre vacanti della facoltà di Medicina e Chirurgia. Sono poi tante le opere edilizie da definire con urgenza che riguardano le strutture dell’Aou. Altri importanti lavori devono essere ancora finanziati e altri sono già avviati o in fase di avvio. Intendiamo inoltre batterci nel Piano per il Sud per recuperare i consistenti fondi Fas”.

Google+
© Riproduzione Riservata