• Google+
  • Commenta
2 aprile 2011

“L’università senza libri è come…” / “Universitas sine libris est sicut…”

Leggere, leggere, leggere. Un’attività da sempre è ritenuta una delle migliori per accrescere il proprio bagaglio culturale, il proprio personalissimo vocabolario, la comunicazione, l’immaginazione o un semplice modo per dedicarsi a sé stessi e concedersi un momento di puro relax. Nonostante si continua a sottolineare che il mondo digitale e virtuale stia prendendo il sopravvento sul buon libro cartaceo nonché la diffusione graduale dell’e-book, un buon libro non smetterà mai di essere un valido mezzo per attivare processi di formazione ed elaborazione culturale.
Sulla base di tali idee l’Associazione Italiana Editori (AIE) e il Crui, la Conferenza dei Rettori delle Università Italiana hanno bandito il concorso dal tema “L’università senza libri è come…” / “Universitas sine libris est sicut…”. Al concorso possono partecipare gli studenti universitari di qualsiasi corso di laurea, sia triennale che magistrale, ma anche master, scuole, dottorati e scuole di specializzazione.
Il termine perentorio per la partecipazione è il prossimo 23 Maggio 2011 (stesso giorno della “Festa del libro 2011”). Per i vincitori dieci buoni acquisto di libri (per un montepremi che ammonta a diecimila euro).
L’obiettivo di questo concorso al di là di premiare i più meritevoli appassionati di lettura è fondamentalmente quello di stimolare la riflessione allargata sul ruolo del libro del libro nelle università soprattutto da parte di coloro che sono i più importanti fruitori di libri, cioè gli studenti.
A questo punto appassionati lettori e studenti italiani non vi resta che partecipare.
L’iscrizione al concorso è facilissima: basta andare sul sito del Centro per il libro e la lettura e compilare l’apposita application form. Dopo aver inserito i propri dati (nome e cognome, ateneo, facoltà e numero di matricola), non vi resterà altro che completare la frase che da’ il nome al concorso: “L’Università senza libri è come…” in italiano, latino (anche maccheronico) o altra lingua indicando, inoltre, un libro (didattico) particolarmente preferito inserendo anche la motivazione e il perché della scelta nonché breve recensione. Frasi e recensioni allo scadere del bando saranno disponibili on line e ciascuno, come in un forum, potrà commentare i propri amici e conoscenti.
I primi cinque premi saranno assegnati alle migliori frasi e alle migliori recensioni. Un premio sarà assegnato a uno studente straniero frequentante un ateneo italiano.

Pasqualina Scalea

Google+
© Riproduzione Riservata