• Google+
  • Commenta
19 Maggio 2011

Associazione Italiana Insegnanti Geografia

Associazione Italiana Insegnanti Geografia

Presidente: De Vecchis Gino

Email di riferimento: presidenza@aiig.it

Sito web associazione : http://www.aiig.it/

L’AIIG è stata fondata a Padova il 22 aprile 1954. E’ presieduta da Gino de Vecchis, docente ordinario di Geografia presso il Dipartimento di Geografia umana dell’Università di Roma “La Sapienza”. Ha Sezioni in tutte le Regioni e in quasi tutte le Province italiane, ed è costituita in Sezioni regionali, che possono articolarsi nel loro ambito territoriale in Sezioni provinciali, interprovinciali e cittadine.

E’ Ente qualificato per la formazione del personale della scuola accreditato presso il MIUR (D. M. 27.02.2003). E’ una Società di cultura del territorio. E’ Membro dell’European Standing Conference of Geography Teachers. E’ un’ associazione di Protezione Ambientale.

L’ Associazione Italiana Insegnanti di Geografia opera per il conseguimento delle seguenti finalità:
-* Favorire l’incontro degli insegnanti di discipline geografiche d’ogni formazione e indirizzo;
-* Promuovere l’aggiornamento scientifico e didattico degli insegnanti di discipline geografiche ed i rapporti con le altre materie;
-* Promuovere la ricerca e la sperimentazione didattica al fine di rendere più efficace l’insegnamento;
-* Tutelare l’insegnamento della geografia nelle strutture scolastiche; Diffondere l’educazione e la cultura geografica ad ogni livello;
-* Promuovere la conoscenza e la tutela dell’ ambiente nel quadro di una corretta educazione geografica ed ecologica, in funzione di una più razionale gestione del territorio;
-* Promuovere la conoscenza e la comprensione internazionale, il rispetto della multiculturalità e della diversità e il diritto di tutti i popoli allo sviluppo; Mantenere i contatti e gli scambi di esperienze con analoghe associazioni italiane e di altri paesi, in particolare nell’ambito della Comunità Europea;
-* incoraggiare progetti transnazionali, soprattutto quelli rivolti allo sviluppo della dimensione europea.

Google+
© Riproduzione Riservata