• Google+
  • Commenta
18 Maggio 2011

Università di Macerata : Al via Unifestival

Prende il via domani, mercoledì 18 maggio, Unifestival, il primo festival degli studenti dell’Università di Macerata, che regalerà alla città tre giorni densi di incontri, conferenze, mostre, concerti e spettacoli teatrali fino alla notte bianca di venerdì 20 maggio.

I luoghi del Festival sono contraddistinti da striscioni con i colori di Unimc. L’inaugurazione ufficiale si svolgerà con le musiche del coro dell’Ateneo diretto dal Maestro Aldo Cicconofri il pomeriggio alle 17.30 in piazza Cesare Battisti. Interverranno il rettore Luigi Lacchè, il sindaco di Macerata Romano Carancini e il vescovo della diocesi di Macerata-Tolentino – Recanati – Cingoli – Treia Claudio Giuliodori.

Ma sarà Rum, la web-radio ufficiale dell’Università di Macerata (www.unimc.it/rum), ad aprire l’Unifestival la mattina nell’aula magna della facoltà di Giurisprudenza alle ore 10 con il Convegno “Open Rum”, sulle potenzialità del mezzo radiofonico in ambito universitario. Durante l’incontro verrà presentato un concorso a premi per l’ideazione e la realizzazione del miglior format radiofonico. Rum trasmetterà online interviste e backstage del festival. Alle 11.30, sempre in Aula Magna, sarà presentata la “Rivista Giuridica degli studenti dell’Università di Macerata”, interamente gestita da studenti e nata nel 2009. Nel pomeriggio l’asse principale degli eventi sarà tra via Garibaldi e corso Cavour. Alle 15 al Dipartimento di Filosofia in via Garibaldi 20 con MusicForum docenti dell’Ateneo e esponenti del panorama musicale regionale indagheranno sul rapporto tra musica e università. Alle 16 sarà inaugurata la mostra del giovane artista Stefano Teodori. Alle 18 nell’Aula A della Facoltà di Lettere in corso Cavour, si racconta “L’Italia dei dialetti” in una conferenza musicale che unisce multimedialità e canti popolari. La Facoltà ospiterà anche la mostra “Piccola scultura da camera” di Emiliano Quadrini, che sarà inaugurata alle 16. “Ciò che diamo in arte, dall’arte ci viene restituito – spiega l’artista – Si raggiunge il massimo della tecnica quando la si dimentica. Nascono proprio da tale dimenticanza le piccole sculture di questa mostra”. Alle 18 nel cortile del palazzo comunale l’avvocato Vando Scheggia illusterà, invece, la disciplina degli stupefacenti in Italia”. Tante proposte anche per la sera, tra musica e teatro. Alle 20.30 nel cortile del Dipartimento di Filosofia, il teatro dei Picari porterà in scena “La Commedia dell’Arte: comici e rivoluzionari”, una chiacchierata seria, ma non troppo, per scoprire il come, il quando e il perché della Commedia dell’Arte, con interventi teatrali, lazzi e improvvisazioni. Alle 23 nel cortile di palazzo Ciccolini, prove aperte dello spettacolo teatrale “Il sogno” tratto da Shakespeare. La musica è di scena, invece, in piazza Cesare Battisti, con concerti a partire dalle 20.30. Sul palco: White shaggs, Slamming potatoes, Samuele Rosetti e Stone benders. In piazza Vittorio Veneto alle 21.30: Kiss Machine. Al Faber Cafè in vicolo Ferrari alle 22, serata di Illusioni con il Mentalista Daniele che coinvolgerà il pubblico presente.

Per tutta la durata del Festival il centro storico di Macerata sarà area pedonale dalle 18 alle 24. L’accesso sarà consentito solo ai residenti, agli invalidi e ai mezzi autorizzati. Per l’occasione rimarranno aperti fino a tarda notte i parcheggi: Park Si vicino ai Giardini Diaz e il parcheggio Garibaldi. L’evento è patrocinato dalla Regione Marche, dalla Provincia e dal Comune di Macerata con il prezioso sostegno di Banca Marche, Mcm distribuzione automatica, Sasp autolinee, Cronache Maceratesi, Tipografia San Giuseppe e DueA illuminazioni.

Serena Valeriani

Google+
© Riproduzione Riservata