• Google+
  • Commenta
24 Maggio 2011

Università di Padova : Festa di Medicina 2011 per la Guinea Bissau

25.200 Euro raccolti di cui hanno beneficiato due Associazioni, oltre 4000 partecipanti, più di 100 studenti impegnati nell’organizzazione. Stiamo parlando della Festa di Medicina dell’Università di Padova che nel 2010 ha superato tutti gli incassi degli anni precedenti. Quest’anno gli studenti di Medicina ci riprovano e propongono un evento diventato ormai un momento atteso non solo dalla Facoltà ma da tutto l’Ateneo e dalla città di Padova.

L’appuntamento è per il 26 e 27 maggio 2011. Giovedì 26 maggio alle ore 16.30, negli impianti del Centro Universitario Sportivo di Padova avrà luogo la partita di calcio tra studenti e docenti con la premiazione dei vincitori alle ore 19.00. Venerdì 27 alle ore 21 in Fiera a Padova, si terrà la festa conclusiva. Gli inviti sono disponibili a Padova nel Policlinico Universitario (Via Giustiniani 2), nel Complesso Biologico Vallisneri (Via Bassi 58), nella Banca Antonveneta – Agenzia Ospedale (Via Giustiniani 2) e in Corte Sconta (Via Dell’Arco 8).

«Il ricavato della Festa – spiega Giovanni Comacchio, studente della Facoltà di Medicina e Chirurgia coordinatore dell’evento con Francesca Guidolin – verrà devoluto al “progetto Guinea Bissau” dell’Associazione Puzzle, nata nel 2002 per sostenere la ricerca nell’ambito del trattamento delle malattie gravi del bambino».

«In Guinea Bissau – continua – esiste un piccolo ospedale costruito grazie al contributo di Onlus italiane e dedicato alla cura dei bambini, la Clinica Bor. Responsabile della Chirurgia pediatrica è il Dott. Dionisio Cumbà, specializzatosi nel 2010 nell’Università di Padova e tornato a lavorare nel suo paese. Il progetto intende sostenere il lavoro del Dott. Cumbà finanziando la formazione di giovani infermiere della Guinea Bissau che verranno seguite e preparate nella Chirurgia pediatrica di Padova diretta dal Prof. GIOVANNI FRANCO ZANON, docente di Chirugia pediatrica nella Facoltà di Medicina e Vice-Preside, per poter poi fare da tutrici al ritorno in Guinea. Verranno finanziate inoltre borse di studio per specializzandi di Chirurgia di Padova che, opportunamente seguiti da tutor, potranno mettere a disposizione le loro conoscenze e la loro professionalità nella Clinica Bor».

Google+
© Riproduzione Riservata