• Google+
  • Commenta
22 giugno 2011

Gelato, l’irrinunciabile alimento dell’estate

Che estate sarebbe senza gelato? Impossibile immaginare di trascorrere la stagione più calda dell’anno privandoci del gusto e della freschezza di quello che può essere tranquillamente individuato come il classico alimento estivo. Ed allora diamo qualche informazione utile per restare in forma senza però rinunciare ad una buona coppa di gelato. I diversi metodi di produzione e la varietà degli ingredienti utilizzati ne differenziano sia il gusto che la qualità nutrizionale.

Gli ingredienti principali sono latte zucchero e uova, che costituiscono la base, cui poi vanno aggiunti cioccolato, panna, polpa di frutta ecc. ecc. (a seconda del gusto da ottenere). Il gelato è un alimento glucidico altamente digeribile, ed avendo un indice di sazietà abbastanza basso, è necessario valutarne attentamente il consumo. Infatti il suo apporto calorico è decisamente elevato se si considera ad esempio che una tipica coppetta da 2 euro contiene dalle 300 alle 500 calorie.

Ma allora come fare per gustare questa delizia, evitando conseguenze negative sottoforma di chili di troppo ? Innanzitutto abbandoniamo la drastica idea di sostituire il pranzo con il gelato ; si finirebbe per fare la fame. Piuttosto è preferibile adottare degli accorgimenti che ci consentano di far quadrare ugualmente il bilancio calorico giornaliero, magari facendo un pasto a base di proteine e quindi ipocalorico. Ad esempio 150 g di carne o pesce con un po’ di insalata, per poi concludere col gelato.

Importante è anche “la scelta”, perché dovendo assumere tante calorie, è bene fare in modo che ne valga la pena. Nello specifico, limitiamo l’acquisto di vaschette confezionate in quanto la maggior parte contengono oli vegetali e burro (non dannosi ma utili a mascherare una scarsa qualità) o addirittura grassi vegetali idrogenati. Inoltre da considerare che maggiore è la sua cremosità, ovvero meno si avvertono i grumi di ghiaccio, migliore è il principio alimentare con cui è stato prodotto.

Se il gelato non si scioglie in fretta, soprattutto nelle giornate più calde, allora è probabile che contenga grassi vegetali idrogenati di cui è meglio fare a meno. Infine se dopo averlo mangiato ci si sente molto appesantiti, allora è possibile che la scarsa qualità è stata mascherata con eccesso di zuccheri.

Andrea Cioffi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy