• Google+
  • Commenta
28 luglio 2011

Facoltà smantellate, più poteri ai dipartimenti

Ridimensionato il numero delle Facoltà che dovranno essere 12, trasformati i corsi di laurea in Scuole. La legge Gelmini 240/2010 è stata approvata.
Quelle che chiamavamo Facoltà “di” da adesso saremo abituati a chiamarle scuola di studi giuridici, politici ed economicosociali, scuola di scienze della natura, scuola di medicina e così via.

Facoltà smantellate, più poteri ai dipartimenti, per quanto concerne la ricerca, che potranno scegliere i docenti, una prerogativa prima riservata alle facoltà.

Grandi cambiamenti sono anche in seno ai concorsi universitari, che vede lo smantellamento del sistema baronale : non potranno accedere ai concorsi chi ha parentele fino al quarto grado all’interno dell’Ateneo.

Addio ai presidi di facoltà dal senato accademico; questo organo sarà composto da 29 membri. La carica del rettore durerà 6 anni, al termine non sarà più eleggibile per la seconda volta.

Già molte università italiane stanno modificando i loro statuti in base alle nuove norme del ddl Gelmini, e il Ministro ha lanciato così un monito da Viareggio questa mattina, 28 luglio 2011, dove era stato organizzato un incontro dagli studenti universitari del Pdl :

<< Non faremo sconti a nessuno, il ministero approverà solo quelli più che trasparenti e coerenti con la riforma universitaria >>.

Tra le tante riforme, anche quelle nella Scuola Di Medicina : un anno in meno per le specializzazioni in medicina, la possibilità di svolgere un dottorato contemporaneamente alla specializzazione (e non più dopo la laurea specialistica), e un tirocinio valutativo durante i sei anni dei laurea.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata