• Google+
  • Commenta
31 luglio 2011

Gelmini e Cota rilanciano l’economia piemontese (e dimenticano il Sud?)

Siglato tra regione Piemonte e Miur un accordo per lo sviluppo degli atenei e delle industrie piemontesiSiglato l’accordo tra il ministro Mariastella Gelmini e il governatore del Piemonte Roberto Cota. Il protocollo d’intesa della durata di tre anni, prevede lo stanziamento di 40 milioni di euro da parte della regione e di 50 milioni di euro resi disponibili dal ministero che verranno utilizzati per il potenziamento e lo sviluppo dell’offerta formativa universitaria e la crescita dei settori lavorativi e sociali di maggior interesse sul territorio regionale.

Il Piemonte negli ultimi anni, ha messo in campo strategie mirate e moderne di ricerca nel campo delle energie rinnovabili, ha investito inoltre, nel mondo delle nanotecnologie, nell’edilizia eco sostenibile e ha consolidato la tradizione dell’industria automobilistica facendo di questi settori le punte di diamante dell’economia regionale. Saranno quindi, questi i settori maggiormente coinvolti nel piano d’intesa messo a punto da Regione e Miur.

Il piano d’intesa si integra coerentemente con le linee guida del Piano regionale per la Competitività’ 2011-2015. Attraverso il piano regionale è stato già possibile mettere in cantiere dei lavori di cooperazione tra università e industrie finalizzatI allo sviluppo di motori ibridi di nuova generazione, all’integrazione del design e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per l’automobile del futuro, alla creazione di materiali sempre più versatili che riducano il peso del veicolo.

Sono in dirittura d’arrivo anche, realizzazioni nel campo aerospaziale.
Nello specifico, si lavora sulla creazione e il miglioramento di veicoli aeromobili senza pilota ad uso civile, sullo sviluppo di motori a basso impatto ambientale e sulla robotica spaziale utile per l’esplorazione dell’universo.

L’ edilizia fa registrare nella regione importanti progressi. Si stanno compiendo interessanti studi per rendere più moderna e innovativa l’abitazione attraverso il potenziamento del sistema comunicativo e sopratutto, costruendo gli edifici con materiali e sistemi che favoriscano il risparmio energetico

Il protocollo d’ intesa avrà come obiettivo primario dunque, il rafforzamento del piano regionale. Si Investirà sui corsi universitari legati ai progetti su citati aumentando le potenzialità delle piccole e medie imprese.

Per consentire la realizzazione degli obiettivi prefissati si favorirà l’internazionalizzazione del sistema universitario e la capacita’ di attrarre studenti, ricercatori e docenti dall’estero, anche attraverso la partecipazione a programmi di ricerca internazionali e l’attivazione di contratti di visiting professor.

In sintesi, un connubio vincente tra Università e mondo del lavoro che consente un utilizzo delle risorse umane e tecnologiche a disposizione e favorisce l’ impiego dei neolaureati. Un efficace metodo quello previsto dall’intesa, che consentirà uno scambio rapido e proficuo di conoscenze tra Atenei e mondo del lavoro.

Una iniziativa pregevole ,dunque, anche se restano degli interrogativi.

Perché solo Il Piemonte? Perché non realizzare simili progetti anche altrove e sopratutto nel Sud Italia ? Sono le regioni del Sud che non si muovono? E’ il governo centrale a investire esclusivamente al Nord?.

Interrogativi pressanti a cui chi governa sia a livello locale che nazionale deve rispondere concretamente perché non ci possono più essere due Italie che viaggiano a doppia velocità.

Vincenzo Amone

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy