• Google+
  • Commenta
12 luglio 2011

Unisannio, la facoltà di Scienze Economiche e Aziendali ha presentato l’offerta formativa

La Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università degli Studi del Sannio ha presentato l’offerta formativa per l’anno accademico 2011/2012.

Nulla di mutato rispetto allo scorso anno – ha precisato il preside Massimo Squillante -, se non per una novità: l’introduzione nell’offerta della SEA dei corsi di laurea triennale e magistrale in Scienze Statistiche Attuariali”. La descrizione dettagliata delle diverse opportunità formative è stata affidata ai presidenti di corso di laurea, supportati dalla testimonianza di giovani laureati Unisannio con esperienze significative nel mondo del lavoro. Presentate anche le opportunità formative post-laurea dei master attivi.

L’evento si è aperto con il saluto del rettore Filippo Bencardino che, nel ribadire la spinta all’internazionalizzazione dell’Ateneo e in particolare della Facoltà, ha voluto cogliere l’occasione per ricordare Ivan Da Silva Chaldeira, lo studente Erasmus scomparso di recente a causa di un incidente stradale. Oggi Ivan avrebbe compiuto 23 anni.

“I corsi di studio della SEA permangono e si rafforzano”: con questo messaggio il preside Squillante si è rivolto agli studenti, alle famiglie, agli insegnanti presenti e alla stampa. Poi ha precisato: “Per garantire i requisiti richiesti dal Ministero, i nostri docenti a seguito del passaggio dei corsi in Scienze Statistiche e Attuariali sono passati da 40 a 63. Ciò è stato possibile grazie all’utilizzo razionale delle risorse a disposizione e il contributo di docenti provenienti da altri Atenei”.

Si è partiti con il corso di laurea (triennale) in Economia Aziendale che si propone di formare professionalità nell’area dell’economia, della gestione e della consulenza aziendale. La prof.ssa Maria Rosaria Napolitano, ha spiegato la vocazione soprattutto all’imprenditorialità del corso e ha dato una buona notizia. Al Premio Philip Morris per il Marketing, tra le 100 squadre finaliste, provenienti dagli Atenei di tutta Italia, 11 sono dell’Università del Sannio, di queste 5 sono tra le prime 20. Lo scorso anno l’Ateneo sannita arrivò secondo. Un successo che si va ad aggiungere ad altri recenti successi: l’Università del Sannio si è classificata al primo posto tra gli atenei del Mezzogiorno per impatto scientifico normalizzato secondo il prestigioso Scimago Institutions Ranking 2010, nella classifica Vision 2010 sull’internazionalizzazione delle Università italiane, l’Ateneo si è classificato al primo posto tra le Università del Mezzogiorno per tasso di mobilità di studenti e docenti. Inoltre, l’indagine sulla student satisfaction ha fatto emergere l’alto grado di soddisfazione riguardo ai docenti da parte degli studenti.

Naturale proseguimento degli studi in Economia aziendale è il corso di laurea magistrale (2 anni) in Economia & Management, come ha spiegato il prof. Arturo Capasso, con il percorso formativo manageriale, prevalentemente orientato a formare imprenditori e manager e il percorso professionale che forma liberi professionisti nell’area economica, ad esempio i dottori commercialisti.

Il corso di laurea in Economia dei Servizi, di cui è presidente il prof. Pierpaolo Forte, si propone di formare professionalità nell’area dell’economia e della gestione dei servizi erogati da enti pubblici e privati, con i curricula in “Economia dei servizi bancari, finanziari e delle Amministrazioni pubbliche” e in “Economia dei Servizi turistici”. Per questo corso, dopo la laurea di primo livello, presso l’Ateneo sannita si può proseguire la formazione con la laurea magistrale in Economia & Governance. Il corso, ha spiegato il prof. Rosario Santucci, prevede un unico curriculum istituzionale specializzato in “Amministrazioni pubbliche”, “Sistema finanziario” e “Territoriale”.

Infine il corso di laurea (3 anni) e il corso di laurea magistrale (2 anni) in Scienze Statistiche Attuariali. Il corso di laurea, in particolare – ha dichiarato il prof. Pietro Amenta – si propone di formare laureati che possiedano una adeguata conoscenza delle discipline matematico-statistiche con specifica attenzione alle loro applicazioni in ambito assicurativo, finanziario e aziendale.

Sono sei in tutta Italia i corsi in Statistica fortemente orientati alla formazione degli attuari, ha precisato la professoressa Paola Mancini. Si tratta di una professionalità con possibilità di occupazione molto elevata.
In particolare, il corso di laurea magistrale si propone di formare professionalità specialistiche nel campo delle tecniche attuariali, della finanza matematica dei mercati e dell’impresa, nonché delle altre metodologie quantitative applicate alle problematiche assicurative, previdenziali e finanziarie.

Serena Valeriani

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy