• Google+
  • Commenta
20 settembre 2011

Università tarocca a Verona

La forma è più importante della sostanza. Il contenitore più decisivo del contenuto.

I sofisti d’accatto di cui son piene le piazze italiane, potrebbero costruirci su una carriera.

Una cosa è certa coloro i quali son caduti nella trappola luminosa ordita da questi professionisti del “pacco” non si saranno persi un fotogramma delle illuminanti lezioni di Nanni Loy che hanno arricchito il sonnolento palinsesto dela tv degli anni Sessanta e si son comprati tutti i numeri di Diabolik.

Su questo non possono esserci dubbi visto l’elegante architrave su cui poggiava il sordido inganno.

Proviamo a vederlo da vicino questo orrido bubbone.

Spalancate i vostri bulbi oculari e turatevi il naso.

Una prima occhiata sembra già raccontarci tutto il misfatto e squarciarci irrimediabilmente il cuore.

Micidiale. Come la penetrazione di Gargano ieri contro quel che restava di un malandato Milan.

Incredibile.

C’era tutto il necessario per una beffa sensazionale: un nome altisonante, corsi di studio all’avanguardia, convenzioni con altri atenei, noti personaggi dell’ambiente dello spettacolo annunciati tra i docenti. Peccato che la “Carolus Magnus” di Verona fosse un’università tarocca e che ciascun studente aspirante alla laurea abbia versato, negli anni, circa 7.000 euro senza vedersi riconosciuto alcun esame nè titoli di studio.

A scoprire la truffa (quattro persone sono indagate dalla procura di Verona per truffa aggravata) è stata la Guardia di finanza, che ha iniziato a indagare dopo le denunce di alcuni studenti del finto ateneo che hanno raccontato come dopo anni le lezioni e gli esami proseguivano e che a nessuno era stata data la possibilità di laurearsi e che, soprattutto, occorreva di continuo versare tutte la tasse universitarie. L’università, hanno poi chiarito le Fiamme gialle, era stata fondata nel 2005 da alcuni membri di un’associazione culturale e aveva sede prima a Roma (con la denominazione di Unimeur.it), poi a Verona con l’intitolazione all’imperatore Carlo Magno.

I punti di forza che venivano presentati agli studenti erano corsi in “Arte e management dello spettacolo” o “Economia e gestione aziendale”. Peccato che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca non abbia mai rilasciato alcuna autorizzazione. E ciò nonostante le rassicurazioni che sia il rettore che il direttore amministrativo continuavano a rilasciare ai frequentatori dei corsi accademici sulla legittimità del titolo di studio. Ottenuto, come in tutte le università, previo successo negli studi e, ovviamente, previo saldo di tutte le tasse universitarie dovute per l’iscrizione ai vari anni di studio.

Tra i docenti figuravano anche, come ricordavano i responsabili dei corsi in occasione di giornate di presentazione dell’università e dei suoi percorsi didattici tenutesi a Verona nel maggio 2005, noti personaggi dell’ambiente dello spettacolo. Nessuno di questi ha però mai tenuto lezioni.In ogni caso solo una decina di studenti dei venti che avevano inizialmente frequentato uno stage prodromico all’accesso al corso universitario avevano poi effettivamente seguito le lezioni, ma a nessuno di essi è stata data la possibilità di laurearsi, magari a pieni voti. A conclusione delle indagini l’autorità Garante della concorrenza e del mercato ha anche emanato diversi provvedimenti nei confronti di Unimeur.it per messaggi pubblicitari dichiarati ingannevoli, applicando sanzioni amministrative per 38.600 euro.
Benissimo. Ma chi risarcirà l’animo tradito di questi ragazzi?
Boh. Mistero glorioso.

La risposta non appartiene a questa vita.

Gaetano Samntandrea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy