• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2011

Seminario sul processo penale nel contesto dell’UE.

La facolta di Giurisrpudenza dell’Università degli studi di Catania, nella persona del prof Tommaso Rafaraci, ordinario di procedura penale presso l’ateneo catanese, nei giorni 14 e 15 ha organizzato un seminario su “ Processo penale, mutuo riconoscimento e diritti fondamentali nel contesto plurilinguistico dell’Unione Europea”.

Un argomento attuale, soprattutto perchè si inserisce nel più largo ambito di cooperazione giudiziaria in materia penale e del processo di integrazione dei sistemi penali nei paesi dell’Ue alla luce soprattutto del Trattato di Lisbona nel quale si evidenzia la protezione dei diritti fondamentali della persona, al cospetto dell’azione della polizia, attuata spesso per il contrasto alla crimiliatià trasnazionale.

Tale incontro che lo si deve inquadrare in un progetto biennale di ricerca su “Lingua e processo penale nell’UE” finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma “Training action for legal practitiornes”.

Un progetto che unisce università italiane ( Catania, Como e Trento) ed anche la prestigiosa università di Parigi.

“La tematica è troppo importante perchè serve ai futuri avvocati, o semplici cultori del diritto, di agire nella loro futura professione”.

Le prime parole del prof Rafaraci cui segue: “Oramai non è più possibile parlare di un diritto locale e nazionale.

Ma, con l’entrata in vigore delle disposizioni dei diversi Trattati è normale parlare di diritto trans-nazionale. Per questo è fondamentale apprestare e soprattutto conoscere i diversi mezzi di tutela che l’operatore ha a propria disposizione, nell’adempimento dei doveri che scaturiscono dalla sua attività lavorativa”.

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata