• Google+
  • Commenta
10 dicembre 2011

MARTE, Enrico Rava apre “Sintonie ‘11”

Domenica 11 dicembre, alle ore 12.00, primo appuntamento con la rassegna “Sintonie ‘11” al MARTE Mediateca di Cava de’ Tirreni (Sa). Ospite Enrico Rava, jazzista italiano apprezzato in tutto il mondo, che dialogherà sulle note del suo ultimo lavoro editoriale, “La storia del mio jazz”, con la cultrice di musica Francesca Odilia Bellino. Consigliata la prenotazione.Al grande jazzista Enrico Rava è affidata la “prima” di “Sintonie ‘11”. Domenica 11 dicembre, alle ore 12.00, presso il MARTE Mediateca di Cava de’ Tirreni (Sa), l’artista italiano apprezzato in tutto il mondo darà ufficialmente il via alla rassegna di ascolti creativi promossa dal MARTE, in collaborazione con le Associazioni “Seventh Degree” e “Progetto Sonora Network & Performing Arts”.

Dopo l’inaugurazione di domenica scorsa a cura dell’Orchestra Vocale “Numeri Primi”, il cartellone degli appuntamenti che, con cadenza mensile e tutti fissati di domenica, accompagneranno il pubblico “marziano” fino a maggio 2012, entrerà dunque nel vivo con l’ascolto creativo dell’ultimo libro di Enrico Rava: “Incontri con musicisti straordinari. La storia del mio jazz” (Feltrinelli, 2011).

In dialogo con Francesca Odilia Bellino, cultrice ed appassionata di musica, Rava discorrerà dell’occasione offertagli dal suo ultimo lavoro editoriale di raccontare, anche attraverso la canzone, la sua musica, il suo jazz ed il suo mondo. «Avevo cercato di scrivere delle melodie che si stagliassero chiaramente nell’aria, come sculture. Quella sarebbe stata la mia cifra sempre», afferma l’autore. E nel testo autobiografico grande è il risalto dato alla città di Siena ed alla sua esperienza, ormai trentennale, di docente al Siena Jazz. «Non ero mai stato a Siena. Fu amore a prima vista. La più bella città del mondo. Quando si entra da una qualunque porta ci si trova nel mezzo di una sinfonia: tutte le vie, le case, le piazze fanno parte di una composizione straordinaria».

In “Incontri con musicisti straordinari. La storia del mio jazz” Enrico Rava racconta di quando, tra gli aspiranti allievi di cui fu il selezionatore, riconobbe il talento unico di Paolo Fresu. «Sin dalla prima nota che ha suonato – scrive il musicista – ho capito che sarebbe presto diventato uno dei grandi protagonisti del jazz italiano. Quando arrivava sul palco l’attenzione di tutti si accentrava su di lui. Mi faceva venire in mente il personaggio di Saint-Exupéry. Un paio di anni più tardi con Franco Caroni decidemmo di proporgli di tornare a Siena come docente».

Enrico Rava è uno degli storici musicisti che fin dai primi seminari accompagnano la vita artistica di Siena Jazz. Moltissimi i musicisti che ha scoperto e lanciato attraverso i seminari estivi di alta formazione organizzati dalla Fondazione senese. Fra gli ultimi i chitarristi Marcello Gannini e Giacomo Ancillotto ed il contrabbassista Gabriele Evangelista, tuttora presente stabilmente in una delle sue ultime formazioni ufficiali. Tra i suoi allievi ai seminari di Siena Jazz ci sono stati anche Stefano Bollani, Mauro Negri, Mauro Beggio, Gianluca Petrella e tanti altri ancora.

Nato a Trieste nel 1939, Rava è tra i jazzisti italiani più conosciuti ed apprezzati a livello internazionale, anche grazie alla sua attività oltreoceano. Da sempre impegnato nelle esperienze più diverse e più stimolanti, è apparso sulla scena jazzistica a metà degli anni Sessanta, imponendosi rapidamente come uno dei più convincenti solisti del jazz europeo. La sua schiettezza umana ed artistica lo pone al di fuori di ogni schema e ne fa un musicista rigoroso, ma incurante delle convenzioni. La sua poetica immediatamente riconoscibile, la sua sonorità lirica e struggente, sempre sorretta da una stupefacente freschezza d’ispirazione, risaltano notevolmente in tutte le sue avventure musicali.

Fortemente influenzato da trombettisti storici come Miles Davis e Chet Baker, ha registrato in oltre 90 produzioni, collaborando con importanti musicisti come Gato Barbieri, Lee Konitz, Pat Metheny, Michel Petrucciani, Paul Motian, Steve Lacy, Richard Galliano, Joe Lovano, Miroslav Vitous, Jhon Abercrombie e moltissimi altri, fra cui gli italiani Massimo Urbani, Franco D’Andrea, Stefano Bollani e Gianluca Petrella.

Per assistere all’evento, in programma alle ore 12.00 di domenica 11 dicembre, è preferibile prenotarsi telefonando al numero 089.9481133, attivo dal martedì al sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00. Questi i prezzi: € 5 per assistere al singolo incontro; € 12 mini abbonamento (3 incontri + 1 cd in omaggio); € 25 abbonamento (6 incontri + 2 cd in omaggio).

Per info e contatti:
MARTE | Mediateca Arte Eventi, C.so Umberto I n. 137, 84013 Cava de’ Tirreni (Sa). Tel. +39 089.9481133; fax +39 089.9481144; web: www.marteonline.com; email: info@marteonline.com

Serena Valeriani

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy