• Google+
  • Commenta
8 dicembre 2011

Università di Sassari. Cenni storici e contemporanei a 450 anni dalla sua fondazione

Il 16 gennaio 2012 presso l’Aula Magna si terrà la cerimonia inaugurale del 450° anno accademico quale culmine di un vasto programma di celebrazioni, iniziate nel mese di novembre c.a., che terminerà solo nel maggio-giugno 2012 in onore del quattrocento cinquantesimo anno della fondazione dell’Università degli Studi di Sassari.

Università di Sassari, infatti, inaugurò i suoi corsi nel 1562, ma solo nel 1617 il Re Filippo III concesse lo Statuto di Università Regia. Di fondazione municipale e gesuitica, la sua istituzione fu possibile grazie ad Alessio Fontana, funzionario della cancelleria imperiale di Carlo V, che nel 1558 lasciò tutti i suoi beni alla municipalità al fine di creare un collegio di studi.

Università di Sassari fu la prima Università della Sardegna.

Il sigillo, risalente alla seconda metà del settecento, reca l’immagine di una torre, simbolo della città e quindi degli sforzi della cittadinanza per la sua fondazione e il suo mantenimento. Sulla torre è collocato l’emblema della Compagnia di Gesù (IHS: Iesus Hominum Salvator) e attorno ad essa compaiono i tre martiri turritani suppliziati sotto Diocleziano.

Al centro San Gavino con una bandiera, a sinistra il Vescovo Gianuario con il pastorale e a destra il Diacono Proto con un libro. Ciascuno di essi reca in mano una palma, simbolo del martirio.
Lungo il bordo del sigillo si legge la scritta UNIVERSITAS TURRITANA SACERENSIS.

Nel 2002, con l’istituzione di Architettura, Università di Sassari raggiunge il numero di 11 Facoltà:

  • Agraria;
  • Architettura;
  • Economia;
  • Farmacia;
  • Giurisprudenza;
  • Lettere e filosofia;
  • Lingue e letterature straniere;
  • Medicina e chirurgia;
  • Medicina veterinaria;
  • Scienze matematiche, fisiche e naturali;
  • Scienze politiche.

Dalla sede principale di Sassari, l’Ateneo ha attivato corsi anche ad Alghero, Olbia, Nuoro e Oristano con una popolazione complessiva di circa 19.000 studenti e oltre 760 docenti, provenienti dagli Atenei di tutta Italia.
A supporto si contano ben 23 Dipartimenti, 24 biblioteche e oltre 40 tra istituti e centri di studio.

Daniela Angius

Google+
© Riproduzione Riservata