• Google+
  • Commenta
17 gennaio 2012

Come nel paese detto Basso Egitto

Storie di vita egiziana fuori dalla terra del Nilo” è il titolo del ciclo di conferenze che rimanda alle parole scritte da Strabone, geografo greco di età augustea.

Egitto

Egitto

Strabone confronta il territorio veneto con quello del Basso Egitto, colmo di canali e dighe, luogo dove la terra viene drenata per la coltivazione e la navigazione.

Con lo spirito scientifico del confronto il Progetto EgittoVeneto, nato da una collaborazione tra l’Università degli Studi di Padova, l’Università Ca’ Foscari di Venezia, Regione Veneto, Soprintendenza

Archeologica del Veneto, la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Veneziano e il CAM (Centro Musei di Ateneo dell’Università degli Studi di Padova), propone al pubblico un ciclo di conferenze sul territorio veneto di età romana e i suoi rapporti con l’Egitto.

Il Progetto EgittoVeneto ha come scopo principale quello di far conoscere e progressivamente valorizzare l’ingente patrimonio egittologico ed egittizzante conservato in Veneto nelle collezioni pubbliche.

Ogni mercoledì, dal 18 gennaio al 2 marzo, sempre alle ore 16.00 all’Orto Botanico di Padova nell’Aula Emiciclo, via Orto Botanico 15 a Padova, sono previste le seguenti conferenze: il 25 gennaio “Reperti egizi ed egittizzanti dal territorio veneto” tenuta da Elena Pettenò e Giulia Deotto, l’1 febbraio Francesca Veronese e Claudia Gambino parleranno de “La via Annia e l’Egitto a Padova”, l’8 febbraio Domenico Bolla interverrà su “Verona ed Iside, dall’Iseo alla valorizzazione”, Angelo Ventura e Giovannini il 15 febbraio parleranno di “Aquileia”, il 22 febbraio Emanuele Ciampini e Paola Zanovello approfondiranno il tema “I porti romani e l’Egitto”, Martino Gottardo, il 29 febbraio, affronterà il tema “I nemici dell’Egitto”, infine mercoledì 2 marzo Alessandro Roccati concluderà il ciclo con l’incontro dal titolo “ File. Roma in Egitto”.

Il progetto EgittoVeneto verrà presentato mercoledì 18 gennaio alle ore 16.00 in Sala Rossini del Caffè Pedrocchi, dove fino al 31 gennaio si potrà anche visitare la mostra fotografica “L’Egitto in Veneto” curata da Emanuele Ciampini, Paola Zanovello e Alessandra Menegazzi.

Interverranno Fausta Bressani, Responsabile Direzione Beni Culturali Regione del Veneto, Davide Banzato, Direttore dei Musei Civici di Padova, Paola Zanovello, coordinatrice del Progetto EgittoVeneto e docente dell’Università di Padova, Francesca Veronese, Museo civico archeologico di Padova, Gianmario Molin, Direttore Centro di Ateneo per i Musei dell’Università di Padova, e Alessandra Menegazzi, Conservatore del Museo di Scienze Archeologiche e d’Arte dell’Università di Padova.

Google+
© Riproduzione Riservata