• Google+
  • Commenta
20 gennaio 2012

I temi della facoltà di Scienze della Formazione

Educazione, formazione, assistenza sociale, insegnamento e psicologia. Questi sono i temi con cui la facoltà di Scienze della Formazione di Verona si è presentata, dove durante l’Open Day dello scorso 21 dicembre molti studenti delle scuole superiori hanno chiarito i propri dubbi riguardo ai corsi.
Per tutta la durata della presentazione erano presenti il Preside Mario Longo, il docente di pedagogia Alberto Agosti, il professore di psicologia Ugo Savardi ed il Presidente del corso in Scienze del Servizio Sociale Giandemetrio Marangoni.

I presenti hanno espresso la loro piena disponibilità nel chiarire tutti i dubbi e rispondere alle domande degli studenti interessati ed elencato i servizi che l’Ateneo offre, che vanno dall’apprendimento delle lingue e delle tecniche informatiche all’orientamento, al tutorato e all’assistenza per i disabili.
È stato inoltre suggerito la possibilità di un’esperienza formativa all’estero, finanziato con i fondi dell’Ateneo, il quale viene poi riconosciuto a livello di crediti.

I corsi della facoltà porterà lo studente ad orientarsi soprattutto in tre prospettive di studio principali, quali educazione socio-culturale, educazione interculturale ed educazione dell’età evolutiva. Sono presenti anche due corsi molto importanti: quello del sociale, con il corso per le assistenti sociali, quello per il lavoro improntato per la psicologia, con il corso Scienze della Formazione nelle organizzazioni.
Corsi a 360 grandi in quanto comprenderanno anche le lingue straniere, i laboratori di informatica e i tirocini formativi obbligatori.

Un’offerta formativa ricca e completa quindi, che attraversa tutti i campi della formazione e dell’educazione. Un numero di iscrizione in crescita, sono stati attivati tre corsi per la laurea triennale e due per la magistrale.
Il tutto con la collaborazione dell’Università del Studi di Padova che porta avanti un corso di studi a ciclo unico di 5 anni per la formazione dei maestri. Un percorso interfacoltà ed interdisciplinare che abbraccia tutti i campi della formazione, unico nel Veneto.

«Il corso nasce a Padova, ma Verona recita una parte importante e autonoma, è un percorso rigoroso e impegnativo, unico nel suo genere, con tirocini e laboratori, vincoli precisi che impegnano ma danno anche grande soddisfazione.», ha detto Agosti, responsabile dell’insegnamento.

Gaia Corradino

Google+
© Riproduzione Riservata