• Google+
  • Commenta
13 Febbraio 2012

Concorso nazionale Archiprix Italia 2010

Il lavoro della propria tesi di laurea in Ingegneria Edile-Architettura dal titolo: “Il Nodo ferroviario e l’area dell’ex Caserma Rossani. Riqualificare per il Futuro, tra Storia, Memoria e Progetto”, è valso il primo posto e relativo premio in denaro, a Lucio Riccobono, laureato del Politecnico di Bari. Lo ha stabilito un’apposita giuria nazionale a Napoli, nell’ambito del concorso “Archiprix Italia”, bandito dal Consiglio Nazionale degli Architetti.

 

Il progetto di tesi è innovativo perché prospetta per la prima volta un intervento globale di “sistema”, che pone in rapporto sinergico l’area dell’ex caserma Rossani, la stazione ferroviaria con il suo fascio di binari, l’asse est-ovest dell’extramurale Capruzzi e piazza Moro, l’asse commerciale di via Sparano, la città vecchia e il porto.

Assumendo come dato di partenza il mantenimento dell’odierno fascio ferroviario, la cui ipotesi di spostamento inciderebbe gravosamente, il progetto interra i soli tracciati perimetrali ferroviari e propone interventi per rifondare una nuova identità e centralità della città.

Per l’area dell’ex caserma Rossani lo studio propone quattro edifici specialistici: la biblioteca, il teatro, il multisala, la sala espositiva nell’ambito di un grande parco urbano perimetrato.

E per ricucire una città divisa in due, con la stazione ponte si è proceduto a connettere sopra e a connettere sotto, le due sponde di settori urbani

storicamente e morfologicamente differenti, per dare continuità visiva fra città storica e città contemporanea.

Per via Capruzzi il progetto prevede: l’ampliamento della sede stradale a boulevard; l’ampliamento del sottopassaggio di via Quintino Sella e la realizzazione di una autostazione ipogea per bus. L’intervento di piazza Moro, completa il processo di ricucitura, consentendo l’attraversamento dell’area ferroviaria.

 

La tesi è presente, assieme ad altre 32, nella mostra nazionale itinerante “Archiprix  Italia 2010”, sulle migliori tesi di laurea italiane in Architettura e Ingegneria Edile-Architettura, che il Politecnico ospita sino al 17 febbraio nel Campus universitario.

 

A tal proposito, è stato organizzato per mercoledì, 15 febbraio un apposito incontro dal titolo “Confronto sui progetti”, nell’Aula Magna di Ingegneria (ore 16:00), Campus universitario.

 

Interverranno il Rettore del Politecnico, Nicola Costantino, il Preside della 1° Facoltà di Ingegneria, Antonio Dell’Aquila, l’Assessore regionale all’Urbanistica, Angela Barbanente, il Presidente dell’Ordine degli Architetti, Vincenzo Sinisi, il vincitore del premio “Archiprix Italia 2010”, Lucio Riccobono, i docenti e relatori della tesi: Arturo Cucciolla e Francesco Selicato (Prorettore del Politecnico), Nicola Signorile, esperto di architettura.

 

L’iniziativa è stata organizzata dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Bari, in collaborazione con la Prima Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari, con il patrocinio dell’Assessore al Mediterraneo Cultura e Turismo della Regione Puglia, Provincia e Comune di Bari, Ordine degli Ingegneri, ARIAP.

Google+
© Riproduzione Riservata