Le tre Marie Cafoscarine all’Università degli Studi di Venezia

Antonietta Amato 15 Febbraio 2012

Il corteo de le tre Marie Cafoscarine e il premio alla Maria più bella sono due degli eventi clou del Carnevale di Venezia.

Le dodici bellissime ragazze scelte tra le molte candidate hanno sfilato in corteo sabato 11 da San Pietro di Castello fino in Piazza San Marco, dando vita ad una delle più apprezzate rievocazioni storiche della manifestazione. Ora aspettano di sapere chi tra di loro sarà scelta come la più bella dell’edizione 2012. In lizza ci sono anche tre studentesse di Ca’ Foscari.

Le Marie cafoscarine, tre delle docici totali, sono iscritte a corsi nelle aree di Economia e Lingue, e con entusiasmo vivono la festa da protagoniste, pronte alla sfida finale dell’ultimo giorno di Carnevale in cui saràpremiata la Maria dell’anno.

“E’ bello partecipare da protagonista al Carnevale di Venezia – sono le parole di Giada Pasqualetto, al primo anno di Lingue e Letterature straniere – ma è anche molto interessante vivere in prima persona una manifestazione che ha reso grande questa città e questo Carnevale”.

“In un momento in cui Venezia sta vivendo un grave spopolamento è giusto valorizzare le tradizioni e la cultura da questa città – afferma Rossella Seppa, studentessa di Economia Aziendale – Per questo motivo ho deciso di partecipare alla selezione delle Marie che, oltre ad essere un momento centrale del Carnevale, è una manifestazione di recupero storico di un’antichissima tradizione veneziana”.

Idee chiare anche per Marta Finotto,studentessa di Commercio Estero, che spiega perché ha scelto di partecipare alla selezione delle Marie con una sola frase: “Voglio tenere alto l’onore di Venezia e della sua Università”.

Con le tre Marie aumenta ancora il numero di studenti di Ca’ Foscari coinvolti in prima persona nel Carnevale 2012. Ci sono infatti già venti studenti tre dottorandi che girano per la città come “reporter” di Ca’ Foscari per aggiornare simultaneamente i social network, seguire tutti gli appuntamenti ufficiali armati di I-Pad, macchina fotografica, video camera, tradizionale taccuino per gli appunti. L’iniziativa, nata dallacollaborazione fra Ca Foscari e Venezia Marketing ed Eventi, permette alle giovani “reclute” di vivere una esperienza che incrocia cultura, comunicazione e nuove tecnologie.

© Riproduzione Riservata
avatar Antonietta Amato Studentessa alla facoltà di Economia, è entrata nel mondo del giornalismo giovanissima. Ha partecipato in qualità di direttrice ad un progetto che prevedeva la diffusione locale di un giornale prodotto completamente da ragazzi, i cui proventi sono stati devoluti interamente all’Unicef . Animata anche dalla passione per la scrittura, si è diplomata con una buona media al liceo classico, si è iscritta alla facoltà di economia e gestisce un’attività commerciale, ma continua a coltivare il sogno di poter lavorare un giorno in un’azienda che faccia dell’informazione apartitica la sua capacità distintiva. Il suo compito a Controcampus prevede la risoluzione di tutte le questioni relative alla organizzazione amministrativa, gestione utenze presso la testata: sarà ben disponibile a dare ai nostri collaboratori tutte le relative informazioni. Leggi tutto