• Google+
  • Commenta
11 febbraio 2012

Università di Sassari: “Identità del Mediterraneo: elementi russi”

 

Sarà il professor Massimo Vari, sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico del Governo Monti e membro italiano della Corte dei Conti europea a Lussemburgo, già magistrato e giudice costituzionale, oltre che docente di diritto amministrativo e costituzionale presso la Luiss, la Lumsa e l’Università Tor Vergata, a presiedere lunedì prossimo 13 febbraio, alle 9.15, in Aula magna, presso il Rettorato dell’ Università di Sassari, il 32esimo seminario per la cooperazione mediterranea dal titolo “Identità del Mediterraneo: elementi russi“.

La giornata di studio è promossa dall’Università di Sassari e dall’ Istituto di studi e programmi per il Mediterraneo (Isprom) nell’ambito delle celebrazioni per il 450esimo anno dalla fondazione dell’Ateneo, sotto gli auspici della Regione Sardegna e in collaborazione con l’Unità di Ricerca “Giorgio La Pira” CNR – Università La Sapienza di Roma.

Introdurranno i lavori il Rettore, Attilio Mastino, il presidente dell’Isprom, Salvatore Cherchi e il Direttore del Centro Russo di Scienza e Cultura in Italia, Oleg Osipov. All’evento interverranno docenti, studiosi ed esperti provenienti da vari atenei e istituti italiani e russi.

Al termine della giornata sarà firmata la convenzione tra l’Università di Sassari e il Centro Russo di Scienza e Cultura in Italia del RosSotrudicestvo – Agenzia Federale per gli Affari della Comunità degli Stati Indipendenti, dei connazionali dei residenti all’estero e per la cooperazione umanitaria internazionale.

Google+
© Riproduzione Riservata