• Google+
  • Commenta
28 marzo 2012

Disagio psicosociale: attività e prospettive

In occasione del decennale del Corso di laurea in Educazione professionale l’Università di Udine organizza per venerdì 30 marzo a partire dalle 9 nella sede del polo pedagogico di via Margreth 3 a Udine (aula 11-12), il convegno “Educazione professionale: una laurea sanitaria per un operatore impegnato anche nel sociale nei 10 anni del Corso di laurea di Udine”. L’evento formativo, organizzato congiuntamente all’Associazione nazionale Educatori professionali (Anep) e rivolto a studenti, docenti e operatori del settore, «vuole offrire lo spunto per una riflessione sullo stato dell’arte della professione, sia a livello nazionale che regionale – spiega il presidente del Corso di laurea in Educazione professionale, Matteo Balestrieri -. L’educatore professionale è  un operatore socio-sanitario laureato che persegue obiettivi educativo-riabilitativi elaborati da un’équipe multidisciplinare nell’ambito di un programma terapeutico. La finalità del suo intervento lavorativo è la promozione dello sviluppo equilibrato della personalità di soggetti in difficoltà». Nel corso del convegno verranno presentati i dati di un’indagine sull’occupazione dei laureati del corso di laurea di Udine.

 

Dopo i saluti delle autorità si terrà la sessione di studio dedicata a “Formazione, occupazione e ruolo dell’educatore professionale”. Alle 11.30 è in programma la tavola rotonda “Il futuro dell’educatore professionale nei servizi sociali e sanitari del Friuli Venezia Giulia”, moderata dal presidente del Corso di laurea in Educazione professionale Matteo Balestrieri. Interverranno Fiorella Balestrucci della Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria e politiche sociali della Regione Fvg, Davide Barban dell’Anep Fvg, Carlo Beraldo dell’Irsses Fvg, Roberta Colavitto, presidente regionale Anep Fvg, don Davide Larice, presidente Centro solidarietà giovani “Giovanni Micesio”, Paolo Molinari dell’Ires Fvg Impresa Sociale, Mario Novello, direttore del Dipartimento di salute mentale Ass n.4 “Medio Friuli”, Galvano Pizzol, coordinatore delle attività di tirocinio del corso di laurea in Educazione professionale, Martina Vitillo, presidente nazionale Anep.

 

In particolare gli educatori professionali curano il recupero alla vita quotidiana e  il positivo inserimento o reinserimento psico-sociale di soggetti in difficoltà; gestiscono e verificano gli interventi educativi mirati al recupero e allo sviluppo delle potenzialità dei soggetti in difficoltà, per il raggiungimento di livelli sempre più avanzati di autonomia; operano sulle famiglie e sul contesto sociale dei pazienti, allo scopo di favorire il reinserimento nelle comunità; programmano, organizzano, gestiscono e verificano la  loro attività professionale all’interno di servizi e strutture socio-sanitarie-riabilitative e socio-educative,  in modo coordinato e integrato con altre figure professionali presenti nelle strutture, con il coinvolgimento diretto dei soggetti interessati, delle loro famiglie, dei gruppi e della collettività; partecipano infine alle attività di studio, ricerca e documentazione finalizzate agli scopi sopraelencati.

Google+
© Riproduzione Riservata