• Google+
  • Commenta
9 marzo 2012

Il futuro è passato qui, con l’Associazione Laureati NoiSapienza

Il futuro è passato qui a La Sapienza
Il futuro è passato qui a La Sapienza

Il futuro è passato qui a La Sapienza

Il futuro è passato qui è il titolo della mostra fotografica organizzata dall’Associazione Laureati NoiSapienza.

“Il guaio del nostro tempo è che il futuro non è più quello di una volta” (da Regards sur le monde actuel, 1931), Paul Valéry.

E se il futuro non è più quello di una volta, anche il presente si mostra bizzarro nonché incerto. Allora è il passato ad essere chiamato in causa per guidare le nostre azioni, il nostro presenziare sulla terra: partire dalla storia del nostro paese per rinnovare il significato di parole chiave quali progresso, responsabilità civile, sociale e politica, etica, diritti, doveri e coscienza; la lista è lunga, il lavoro mnemonico scrupoloso e determinante, l’impegno concreto.

In questo senso, ricostruire la memoria partendo dalle immagini di un tempo lontano, può aiutarci ad affrontare con rinnovata curiosità quel bianco e nero sempre vivace, dove fotografie di persone, donne e uomini, raccontano intrecci di vite che hanno affrontato lo stesso sentiero.

Ancora una volta si parte dall’Università, crogiolo di esperienza e sapere, palcoscenico di continue rivoluzioni e mutamenti: Il futuro è passato qui è il titolo della mostra fotografica organizzata dall’Associazione Laureati NoiSapienza, che si prepara ad affrontare un lungo viaggio attraverso la storia dell’ateneo, dove l’unico bagaglio necessario è la memoria, costruita attraverso un collage di scatti fotografici inediti, realizzati da ex studenti interessati a dare un contributo per ripercorrere un secolo e mezzo di storia della Sapienza.

Si tratta di un universo visivo fatto di corrispondenze, piccole intercapedini di vita tirate a lucido e presentate agli studenti di oggi, che potranno confrontare il loro vissuto con quello di casuali alter ego, aprendosi a nuove esperienze passate. Il confronto allora porterà a delle domande, delle riflessioni in merito ai cambiamenti sociali e culturali che riguardano l’università e più in generale la vita nel nostro paese, auspicando un futuro migliore.

Il grande album raccoglierà i momenti ritenuti più significativi dai partecipanti: dallo studio, ai paesaggi, dalle partite di calcio alla laurea, ogni ricordo verrà premiato perché condiviso.

Google+
© Riproduzione Riservata