• Google+
  • Commenta
12 marzo 2012

Legalità e codici comunicativi. Seminari al carcere di Pavia

Casa_circondariale_PaviaFar “sentire” il carcere parte integrante della vita sociale e culturale della città di Pavia: nasce da questo obiettivo il progetto “legalità e codici comunicativi” che l’Università di Pavia con il Laboratorio “Comunicare le Identità Locali” ha avviato presso la Casa Circondariale “Torre del Gallo”.

Si tratta di una iniziativa unica nel panorama nazionale. Otto incontri che, dal 1° marzo stanno affrontando il tema “legalità e codici comunicativi: una riflessione a più voci”.
Il percorso è destinato a un gruppo di detenuti (circa 20) delle sezioni “alta sicurezza” e a un gruppo (5-7) di studenti del Corso di Laurea in Comunicazione, Innovazione e Multimedialità (CIM) dell’Università di Pavia,  ed è articolato in due momenti distinti.

Il primo prevede la presentazione e discussione dei contenuti da parte dei docenti dell’Università di Pavia; nel secondo i partecipanti, detenuti e studenti, cercheranno di individuare come i contenuti proposti sono presenti e “comunicati” nelle diverse situazioni della vita quotidiana. La ricerca sarà coordinata dal LabCil.

Gli incontri, che si svolgeranno tutti i giovedì di marzo (8 -15- 22-29) e ad aprile dal secondo all’ultimo giovedì del mese (12, 19 e 26) dalle ore dalle 11 alle 12.30, affronteranno i seguenti temi specifici:

– 1 marzo, prof. Giampaolo Azzoni – La legalità e la convivenza: solo un principio di legalità condiviso rende possibili le relazioni di cooperazione e di solidarietà tra le persone ed è garanzia di libertà per ciascuno;

– 8 marzo, prof. Carlo Alberto Redi – Una lettura etologica di regole e norme: nel mondo animale il significato di legalità scaturisce da particolari connotazioni e definisce regole comportamentali;

– 15 marzo, prof.ssa Silvia Larizza – La Costituzione e legalità : i riferimenti che fondano il concetto di legalità nella società italiana e gli effetti che ne derivano per i cittadini e per l’amministrazione della giustizia;

– 22 marzo, prof. Marco Porta – La legalità nello spazio virtuale dei nuovi media: nello spazio del web le regole sono la garanzia che ciascuno possa navigare e proporsi agli altri nella sua autonomia;

– 29 marzo, prof. Mario Dossoni – La legalità e la devianza nei giovani: l’esplorazione di nuove modalità di comportamento e di espressione costituiscono un fattore di innovazione sociale se nella legalità.

Gli altri incontri, previsti il 12,19, 26 aprile, saranno dedicati all’analisi dei codici comunicativi della legalità in carcere e nei contesti di vita quotidiana dei giovani e saranno coordinati dal prof. M.Dossoni insieme ai detenuti e agli studenti.

 

Google+
© Riproduzione Riservata