• Google+
  • Commenta
19 marzo 2012

Perché ci baciamo?

La biologa Sheril Kirshenbaum spiega nel libro La scienza del bacio una teoria che si baserebbe sul colore rosso. Anche se le teorie riguardo al bacio sono diverse: c’è chi ipotizza che il bacio sia nato dall’abitudine dell’uomo di riconoscere le altre persone annusandole e chi sostiene che esso richiami il contatto bocca-capezzolo che si sviluppa con l’allattamento.

La biologa nella sua ricerca, sostiene che le labbra delle donne, morbide  e carnose, attirerebbero gli uomini per il loro colore rosso. La spiegazione viene da lontano: milioni di anni fa, quando i nostri avi andavano nella giungla alla ricerca di cibo, svilupparono la capacità di individuare tra i cespugli i frutti rossi, più maturi. Il rosso con il tempo più così associato alla gratificazione ed evolvendoci, al sesso. Tanto che nei primati (come il bonobo) il colore rosso è stato messo in evidenza nella pelle e nel pelo.

Con l’acquisizione della statura eretta, nei primi ominidi il richiamo erotico è “migrato” dai genitali alla bocca, il cui rosso richiama le piccole labbra degli organi sessuali femminili, e dunque le labbra, che rappresentano un segno della loro fertilità.

Google+
© Riproduzione Riservata