• Google+
  • Commenta
18 aprile 2012

Grammatica e Ortografia: un bene prezioso

Per una volta finalmente non si parla male della scuola italiana, ma di quella francese. Che cosa è successo? Niente di grave, per fortuna: solo che i risultati di uno studio condotto sulla “competenza ortografica” degli studenti delle scuole primarie, che ha utilizzato la stessa metodologia e le stesse prove di un’analoga ricerca degli anni ‘80, ha dimostrato come in Francia si sia fatto un “bel” passo indietro in termini di ortografia e grammatica.

Infatti, mentre nel 1987 gli studenti avevano commesso, in media, il quasi l’11% di errori in un normale e tradizionale dettato, nel 2007, quindi 20 anni dopo, invece, la percentuale di errori commessi non solo non è diminuita, ma è addirittura salita di circa 4 punti percentuale, attestandosi quasi al 15%. Un dato più specifico, lo stesso preoccupante, è che mentre in passato gli alunni che avevano commesso più di 5 errori erano quasi il 30%, sono diventati nel 2007 circa il 50%: uno su due!

La Francia però sta prendendo subito dei provvedimenti, il cui scopo è quello, di migliorare l’ortografia e la grammatica nelle scuole, aumentando il tempo d’insegnamento dedicato in modo specifico alla scrittura corretta.

Al riguardo una nota del Ministero Francese è chiara: “Occorre che i docenti sviluppino un atteggiamento di vigilanza permanente e diffusa sull’ortografia non solo alle elementari, ma anche alla scuola media (collège). I tempi da dedicare allo studio e all’applicazione delle regole ortografiche dovranno essere brevi ma frequenti, per garantire la memorizzazione da parte degli alunni delle regole e delle strutture grammaticali. E, per arrivare a una buona padronanza della scrittura, dovranno ritornare sui banchi di scuola il dettato e il copiato”.

Cari alunni francesi, mi raccomando: studiate e impegnatevi, perché la padronanza orale ma anche scritta è un elemento di fondamentale importanza per ogni essere umano.

Cari alunni italiani: non fate come i francesi, studiate l’ortografia e la grammatica, perchè sono materie fondamentali.

Google+
© Riproduzione Riservata