• Google+
  • Commenta
8 aprile 2012

L’11 aprile ‘La Sapienza’ rende omaggio a Martha Graham

A vent’anni dalla morte di Martha Graham (avvenuta nel 1991), la coreografa che cambiò volto alla danza americana del Novecento, l’Università La Sapienza renderà omaggio alla sua memoria, attraverso un’intensa giornata di studi dal titolo “Nessun artista precede il proprio tempo. È il proprio tempo”.

Nell’aula I della Facoltà di Lettere e Filosofia s’incontreranno studenti, docenti e ospiti che hanno approfondito lo studio della tecnica, del valore artistico, nonché della figura della grande donna, divenuta un’icona della danza contemporanea.

Il programma, che si svolgerà nel corso di due sessioni – inizio alle 10.00 del mattino, fine alle 17.00 – prevede interventi, proiezioni video commentate, una dimostrazione pratica – eseguita da Dominga Giardullo, Martina Tavella e Santina La Macchia – e una tavola rotonda.

Partecipano all’incontro: Silvia Carandini, docente ordinario di Storia del teatro e dello spettacolo presso “La Sapienza”; Patrizia Veroli, Presidente di AIR Danza; Ada d’Adamo, autrice di diverse monografie sulla danza del Novecento; Susanne Franco, studiosa di storia della danza presso l’Università degli Studi di Salerno e autrice di Martha Graham (pubblicato da L’Epos); Elsa Piperno, che introdusse negli anni ’70 l’insegnamento della tecnica Graham in Italia. Interverranno anche Susan Sentler, docente di tecnica e repertorio Graham al Trinity Laban Conservatoire of Music and Dance di Londra; Maura della Rocca, Vito di Bernardi, Francesca Falcone, Joseph Fontano, Carla Marignetti, Marcia Plevin, Elisabeth Sjoström, Rossella Simonari.

L’attenzione del convegno sarà rivolta, in particolar modo, ad approfondire alcune questioni problematiche, come i modi in cui la tecnica Graham penetrò in Italia e su quali domande imprescindibili deve basarsi un approccio serio di chi intenda oggi metterne in scena i lavori.

La frequentazione a entrambe le sessioni in cui è suddiviso il convegno, previa iscrizione al laboratorio sul sito del Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo, varrà agli studenti de ‘La Sapienza’ che avranno consegnato un proprio elaborato inerente all’incontro l’attribuzione di 1 CFU.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata