• Google+
  • Commenta
16 aprile 2012

Le agevolazioni nascoste per gli studenti: meno tasse più diritti

Vale per tutti l'aumento delle tasse
Le agevolazioni nascoste per gli studenti

Le agevolazioni nascoste per gli studenti

Spesso le agevolazioni nascoste per gli studenti sono davvero insidiose lasciando sparire il diritto che diversamente sarebbe spettato.

Tutti gli studenti iscritti nelle diverse Facoltà italiane sanno bene quanto ormai sia alto il prezzo della cultura.

Le tasse universitarie esercitano un forte peso economico sui bilanci delle famiglie italiane e, di solito, solo ad alcuni studenti, le cui famiglie hanno un reddito annuale relativamente basso, è consentito ricevere dallo Stato, o meglio, da enti regionali un rimborso, spesso parziale, talvolta totale, delle spese universitarie.

Ma quello che pochi sanno è che esistono numerose agevolazioni anche per gli studenti che si distinguono per aver concluso, nei tempi prestabiliti, il proprio ciclo di studi universitari, agevolando il diritto allo studio non solo a coloro che sono assegnatari o idonei non assegnatari di borse di studio erogate dai singoli enti regionali.

Il problema è che, nella maggior parte dei casi, non c’è un vero e proprio veicolo di informazione che consenta agli studenti di adoperarsi per ricevere eventuali rimborsi.

Quasi tutti gli atenei danno la possibilità, ad esempio ricevere il rimborso della tassa regionale agli studenti che si sono laureati in tempo.
Le metodologie variano da regione a regione, ma quasi per tutte le facoltà, basta una semplice ricerca su google per comprendere le semplici mosse da fare per usufruire di questo vantaggio.

Ad esempio cercando su Google “ rimborso tassa regionale università Campania”, il primo link che possiamo visualizzare è proprio il modulo, scaricabile in formato .pdf, da compilare e da inviare alla Giunta Regionale della Campania, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, allegando tutti i documenti richiesti.

E le agevolazioni non finiscono sicuramente qui: a scandagliare bene il web e le singole normative, se ne possono trovare anche altre e diverse.

Purtroppo la maggior parte degli studenti resta all’oscuro di tutte queste importanti informazioni dal momento che solitamente non vengono pubblicate sui siti delle singole Facoltà.
L’unico rimedio è quello di non essere pigri, aguzzare l’ingegno sfruttando il mezzo e internet e, soprattutto, non essere avidi nel distribuire queste importanti informazioni ai propri colleghi.

Tutti hanno il diritto, se non il dovere, di informarsi e l’autoinformazione resta sempre un efficace veicolo di conoscenza.

Google+
© Riproduzione Riservata