• Google+
  • Commenta
10 Maggio 2012

Concorso “Racconta Family”: gli studenti danno lezione di cretività

Busto Arsizio“Familiopoly”: è questo il titolo dell’originale gioco di società, ideato su modello Monopoli, con il quale gli studenti della classe 2D dell’Istituto Comprensivo “De Amicis” di Busto Arsizio (Va) si sono aggiudicati uno dei 9 premi previsti per i vincitori del Concorso “Racconta Family” 2012.
Il Concorso, lanciato dalla Fondazione Milano Famiglie 2012 alla fine dello scorso anno,ha saputo portare il VII Incontro Mondiale delle famiglie all’interno delle scuole lombarde.Elevato è stato infatti il numero di Istituti scolastici aderenti (236) ad ogni livello di istruzione: 140 scuole primarie, 61 scuole secondarie di primo grado, 35 scuole secondarie di secondo grado.
L’iniziatva, realizzata con la collaborazione della Consulta regionale per la pastorale scolastica, il Servizio per l’insegnamento della religione cattolica della Diocesi di Milano e con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico regionale della Lombardia, ha avuto il merito di riuscire a mobilitare attorno al tema della famiglia la creatività l’intelligenza e la collaborazione di molti studenti lombardi.
Tutte le classi partecipanti hanno infatti saputo sfoggiare originalità e creatività in tutti gli ambiti espressivi: da quelli tradizionali della forma scritta, a quelli creativi della musica e dell’immagine a quelli più complessi dell’interdisciplinarietà e della multimedialità, a quelli tecnico-scientifici della ricerca ,supportata da dati, indagini, grafici e statistiche.
Le 9 classi premiate da Monsignor Erminio De Scalzi lo scorso 3 maggio, presso l’Arcivescovado di Milano, hanno saputo stupire la giuria con: una canzone rap, una fiaba moderna, un video clip, un gioco di società, un ipertesto, una ricerca , un video multimediale, una poesia.
Tanta laboriosità e creatività, esplosa attorno al tema della famiglia, il lavoro e la festa è stata premiata con 9 lavagne interattive dotate di videoproiettore e notebook, offerte dalla fondazione Milano 2012, oltre che con la pubblicazione e diffusione degli elaborati.

Google+
© Riproduzione Riservata