• Google+
  • Commenta
4 Maggio 2012

Guadagni a portata di click

E’ finita l’era degli stage presso le redazioni, dei caffè portati ai pezzi grossi e della gavetta . Il progresso è arrivato anche nel campo della carta stampate e  porta  il nome di  “giornalismo partecipativo”.

Se da sempre il tuo sogno segreto è quello d’entrare a far parte di una redazione ma non hai le conscenze adatte, se sei un neo laureato in materie umanistiche o in scienze delle comunicazioni che fatica a trovare il lavoro dei suoi sogni nel campo del giornalismo, non disperare, a te ci ha pensato internet. Come? Attraverso la moda del momento, il cosiddetto “giornalismo partecipativo” .

CHE COS’E’ – Criterio base della nuova forma di giornalismo è la diffusione del proprio contenuto tra i maggiori social network della rete, pena la mancata retribuzione. Il compenso dell’autore viene infatti calcolato a seconda dei così detti “ Mi piace” ricevuti dal proprio elaborato. La percentuale del compenso varia a seconda del sito che propone questo tipo di collaborazione, come i temi guida che ogni novello giornalista è obbligato a seguire. La scelta del tema dell’articolo è limitato infatti ad un elenco fornito dalla redazione stessa.

E’ UNA BUFALA– Al contrario di quello che si possa pensare è un iniziativa serissima. Le modalità e il termine di pagamento sono sempre a discrezione della direzione, ma partono quasi sempre da 0,02 cent a clic , fino ad arrivare ad un massimo di quaranta euro ad articolo che resta in media online per  novanta giorni. E’ possibile riuscire a trovare tutti i chiarimenti necessari nelle guide o tra le FAQ, a cui ognuna di queste particolari redazioni dedica ampio spazio nei propri siti. Per quanto riguarda invece le modalità di pagamento le scelta ricade il più delle volte sul  bonifico bancario/ postale  o carta postepay. Io stessa dopo aver partecipato e vinto un concorso indetto da una di queste redazioni, sono in attesa del pagamento della somma dovuta, che avverrà tramite bonifico postale, come da me richiesto ad una loro incaricata.

M’INTERESSA– Nel caso qualcuno di voi dovesse essere interessato ad avviare questo tipo di collaborazione consiglio un clic al link http://www.lavoricreativi.com, dove è possibile consultare una lista di inserzioni pubblicate da redazioni in cerca di nuovi collaboratori. Se invece volete andare su un qualcosa di già collaudato provate a cercare su facebook “ Supermoney”, li troverete tutte le risposte necessarie a definire o meno l’avvio della vostra collaborazione. Ma comunque i primi annunci di “assunzioni giornalisti partecipativi” iniziano ad apparire anche su alcuni dei più famosi motori di ricerca del lavoro come Jobrapido

Guadagnare qualche soldino facendo quello che più ci piace è una possibilità da prendere in considerazione, specialmente in tempi di crisi nera come quelli di oggi . E ancora una volta ci tocca ringraziare i nostri cugini d’oltre oceano per  questa nuova ventata di progresso.

Google+
© Riproduzione Riservata