• Google+
  • Commenta
4 Maggio 2012

La Sapienza e i suoi docenti cellular-dipendenti!

Il rapporto che oggi si ha con le ICT non è affatto limitato a pochi momenti circoscritti della vita anzi. Il telefono cellulare  è diventato ad esempio un oggetto imprescindibile, senza il quale non si riesce più a vivere bene.

Ma in alcuni momenti questo piccolo ‘amico-nemico’ dovrebbe essere messo da parte e concentrarsi sul reale,concreto. Uno di questi momenti, parlo da studentessa, è durante lo svolgimento delle lezioni.

Nel corso di diverse lezioni ( e seminari ) sostenute da diversi docenti, presso l’Università degli studi di Roma la ‘Sapienza‘ è possibile notare come questi signori arrivino in aula con tutti gli strumenti del mestiere, cartelle e slide varie, ma  puntualmente in una mano ben custodito vi è anche lui: il cellulare.

Non per essere moralisti ma sorge spontaneo chiedersi dove sia il rispetto per tutti quegli studenti che non pretendono altro che seguire  senza interruzione una lezione?

Alcuni professori senza neppure scusarsi per l’evidente disagio che arrecano (e difficile riuscire a mantenere la concentrazione su un argomento soprattutto quando si tratta di temi che richiedono un certo livello di concentrazione) rispondono alle chiamate entranti e rari sono i casi in cui è possibile vedere rifiutare o spegnere il cellulare.

Ovviamente vi sono anche casi ‘speciali‘ nei quali il docente ti avvisa prima ‘che deve ricevere una chiamata molto importante alla quale non può proprio non rispondere’ e con questa frase spezza a metà la sua aula : c’è chi non vede l’ora che arrivi la chiamata per una piccola pausa e chi ‘teme‘ questo arrivo per paura che non riesca più a comprendere il discorso avendone perso il filo.

Per fortuna non tutti i docenti sono così. Alcuni infatti esortano a far presente  a chi di dovere il verificarsi di tali situazioni inopportune; situazioni in cui viene quasi da ridere per come si possano invertire i ruoli! In genere è lo studente che andrebbe ripreso per il suddetto comportamento ma sempre più spesso ad essere protagonisti di questi episodi sono coloro che dovrebbero dare il ‘buono esempio‘.

Così capita che nello svolgersi di un esame squilla il cellulare del professore che ti sta interrogando e questo si alza, risponde e non ti da alcuna giustificazione. Vi state domandando se sia tutto vero? Non vi faccio perdere altro tempo e vi rispondo: si, è tutto vero. Io stessa sono stata protagonista di questa tragi-comica situazione.

Quello che si vuole denunciare con queste poche parole è il comportamento che NON si dovrebbe mai tollerare da chi è pagato per usare il proprio tempo a vantaggio della collettività. Dunque anche se è imbarazzante bisognerebbe evidenziare a questi signori docenti che anche se le ICT svolgono un ruolo decisamente importante nella vita d’oggi, per quelle ore che si trovano in aula : DEVONO FARE LEZIONE, tenendo spento e in borsa il cellulare altrimenti come si può pretendere che tutto l’esercito degli studenti cresciuti con il telefono cellulare possano non usarlo?

 

Google+
© Riproduzione Riservata