• Google+
  • Commenta
20 maggio 2012

Le mamme di Martinsicuro protestano: blitz antiprostituzione

Prostitute nelle vicinanze di una scuola materna. Le mamme protestano: via al blitz antiprostituzione.

Grande è stata l’indignazione delle mamme di Martinsicuro, in provincia di Teramo, che, ogni giorno, accompagnando i figli alla scuola materna, erano costrette a vedere, davanti ai propri occhi e a quelli dei bambini, una sfilza di ragazze in abiti succinti intente ad adescare possibili clienti in pieno giorno.

Immediata la protesta, che ha mobilitato le forze dell’ordine della stazione di Martinsicuro, dirette dal luogotenente Antonio Romano.  Un vero e proprio blitz antiprostituzione è stato quindi condotto ieri mattina presso la scuola materna di via Mattarella, effettuato grazie anche alla collaborazione di uomini e mezzi messi a disposizione della compagnia di Alba Adriatica.

Ebbene, l’operazione, condotta da Pompeo Quagliozzi, capitano della compagnia di Alba Adriatica, ha permesso di identificare dieci prostitute romene, che si dedicavano da tempo alla loro attività, anche durante le ore del giorno.

Per due di loro è scattata la richiesta alla questura di un provvedimento di espulsione dall’Italia, in quanto sprovviste di mezzi di sostentamento leciti, nonostante si trovassero in territorio nazionale da circa tre mesi. Per le altre otto ragazze saranno invece effettuati ulteriori controlli: i loro nominativi sono infatti stati inseriti in banca dati.

Ricognizioni successive, condotte nel pomeriggio presso piazza Cavour, zona da qualche tempo non particolarmente sicura, hanno inoltre portato al fermo di quattro extracomunitari privi di permesso di soggiorno, che sono ora in attesa dell’avvio delle pratiche di espulsione. Fermati e segnalati anche quattro ragazzi, di cui due minorenni, trovati in possesso di alcuni grammi di hashish.

Vittoria per le mamme dei bambini della scuola materna di Martinsicuro quindi, ma anche per tutti i restanti abitanti del paese.

Google+
© Riproduzione Riservata