• Google+
  • Commenta
9 maggio 2012

Rettifica afferente le consulenze degli enti statali sanniti del 2011

È necessario intervenire sulla pubblicazione, nella edizione di ieri de Il Sannio Quotidiano, dei dati resi noti dal Ministero per la pubblica amministrazione e la  semplificazione sulle consulenze degli enti statali sanniti, da cui si desume che l’Università degli Studi del Sannio spenderebbe già nei primi mesi del 2011 quasi l’intero importo speso nel 2010.

I dati da cui si arriva a questa conclusione sono però viziati da un macroscopico e banale errore di trascrizione di una cifra: € 709.108,00 invece di € 7.091,08, così come si evince dalla somma effettivamente erogata e relativa ad un incarico conferito nel 2009 per una docenza di lingua spagnola nell’ambito del corso di Laurea in Economia dei servizi dell’Ateneo sannita. In pratica è scappato uno zero di troppo.

L’errore già è stato segnalato per la rettifica al Dipartimento della Funzione pubblica del Ministero.Il dato complessivo per le consulenze 2011 ammonta quindi a circa 988mila euro e non a 1 milione e 670mila euro, e conferma il trend dello scorso anno.

Per una lettura corretta dei dati, è inoltre necessario chiarire che quasi l’80 per cento delle collaborazioni si riferisce a incarichi di docenza, conferiti su più anni ed erogati nel 2011, a cui l’Università deve necessariamente ricorrere per garantire la copertura degli insegnamenti, considerati anche i limiti imposti per l’assunzione di personale docente di ruolo. La restante parte riguarda attività istituzionali e incarichi connessi a progetti finanziati da risorse nazionali o comunitarie.

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata