• Google+
  • Commenta
18 maggio 2012

Umbria, un estate passata a scuola

Quest’estate parte il progetto “E…state ok!”, promosso dalle politiche giovanili della Regione Umbria.

Andare a scuola anche d’estate. Questo sarebbe il peggior incubo per tutti gli studenti d’Italia, che arrivano dagli ultimi mesi di interrogazioni e verifiche. Se si proponessero altre prove, altri esami anche nel periodo estivo, una risposta negativa sarebbe quasi scontata. Invece, la Regione Umbria ha pensato ad un programma estivo molto interessante, stimolante e formativo per gli studenti. Infatti, il progetto “E…state ok!” prevede attività che contribuiranno a favorire la loro crescita personale e professionale, promuovendo rapporti positivi dei giovani con gli adulti, con i futuri datori di lavoro, con gli insegnanti. I grandi obiettivi sono quelli di favorire la coesione sociale e gli scambi interculturali, rafforzare l’insegnamento dell’informatica e delle nuove tecnologie, attività che durante l’anno non si possono coltivare perchè il programma scolastico occupa troppo spazio.

Carla Casciani, vicepresidente alla Regione Umbria, ha detto che il programma estivo serve per migliorare le proposte delle politiche giovanili umbre, settore del futuro, secondo lei. La Regione Umbria insieme all’ Ufficio scolastico regionale, alla Provincia di Perugia e di Terni e all’ Anci Umbria ha individuato i Comuni che saranno i promotori del progetto: Castiglione del Lago, Perugia, Foligno, Citta’ di Castello, Terni, Orvieto. Non si esclude che la proposta possa essere estesa a tutta Italia a partire dall’estate 2013.
Sicuramente si tratta di un’occasione per imparare con tranquillità, senza la tensione della verifica o dell’interrogazione.

Google+
© Riproduzione Riservata