• Google+
  • Commenta
12 giugno 2012

Aperta la caccia ai vandali incendiari di Pontinia

Incendio nella scuola media Giovanni Verga di Pontinia: danni per decine di migliaia di euro, ma gli esami proseguiranno.

Di vandalismo non si finisce mai di parlare. E proprio un atto di vandalismo sembra essere stata la causa delle fiamme sollevatesi dalla scuola Giovanni Verga di Pontinia, in provincia di Latina, e che hanno provocato ingenti danni in tutto l’istituto.

L’incendio, secondo le prime indagini, sembra essere stato appiccato all’interno di un’aula multifunzionale della scuola, da poco inaugurata, nella notte tra domenica 10 e ieri, lunedì 11 giugno, e si è poi esteso su una superficie complessiva di circa cinquanta metri quadrati.

Sono stati rinvenuti danni all’impianto elettrico e a parte del solaio di copertura dell’aula, nonché agli arredi, alla libreria e ad alcune finestre. Ma non è tutto: i vandali, dopo aver appiccato il fuoco nella sala, hanno anche aperto i rubinetti dei bagni, provocando così l’allagamento di altri locali della scuola.

A intervenire sul campo, non appena scattato l’allarme a seguito dell’apertura dell’edificio, la squadra dei vigili del fuoco 1 A, arrivata direttamente da Latina e guidata dal caposquadra Alessandro Mandarino, che è riuscita a domare le fiamme e a salvare un pianoforte.

Immediate le indagini avviate dai carabinieri e dalla sezione investigativa antincendio del 115: è stato quindi aperto un fascicolo contro ignoti per il reato di danneggiamento da parte della Procura . Si è trattato infatti di una vera e propria azione vandalica, finalizzata a distruggere la scuola media di Pontinia, i cui autori tuttavia restano per il momento ancora ignoti e impuniti.

L’assessore alle politiche scolastiche Patrizia Sperlonga ha così commentato quanto accaduto (Il Messaggero): “Si è trattato di una vera provocazione contro il sistema e le istituzioni e non di un semplice atto di vandalismo, un’azione crudele e scientifica, una devastazione sistematica e ideologica che ha preso di mira le aule inaugurate pochi giorni fa”.

Ma nonostante l’incendio, la decisione irrevocabile è stata quella di continuare con gli esami di fine anno, in attesa che i colpevoli vengano scoperti.

Google+
© Riproduzione Riservata