• Google+
  • Commenta
8 giugno 2012

Cina: studenti attaccati a flebo per prepararsi meglio ai test d’ammissione

Accedere ad un corso universitario a numero chiuso, come Medicina, comporta notevoli sacrifici, come quello di passare tutta l’estate su quiz e libri a ripassare o studiare su testi e esaminare attentamente quiz ad hoc per la preparazione al test di ammissione, spesso,  senza aver avuto neanche il tempo di riprendersi dagli sforzi dell’esame di maturità.

Anche in Cina la competizione è alta ed i liceali sono disposti a tutto pur di accedere al proprio corso preferito, proprio a tutto. Ieri ed oggi nello Stato asiatico si sono tenute le prove di ammissione per entrare nelle diverse facoltà a numero chiuso degli atenei cinesi, a cui molti studenti si stanno preparando a tutto, studiando, impegnandosi e non solo.

Su alcuni siti esteri come il francese Keek.fr circolano infatti alcune foto che ritraggono una classe di studenti intenta a studiare in classe seguita da un’insegnante. Ad attirare la nostra attenzione è un dettaglio che lascia sconcertati: ogni studente è attaccato ad una flebo. Perché? Per rimanere concentrati più a lungo nella preparazione delle prove di ammissione.

In Cina la competitività tra aspiranti matricole è molto forte, per questo ogni mezzo diventa lecito per raggiungere lo scopo, ovvero l’ingresso all’università. Nelle flebo è contenuta una sostanza che miscela aminoacidi e glucosio, sostanze che servono a mantenere alta l’attenzione ed ad aumentare la resistenza della concentrazione più a lungo. Alle ragazze vengono addirittura iniettati ormoni che ritardino l’arrivo del mestruo in modo che possano concentrarsi solamente sul test e non vengano distratte da altro.

Insomma, più che una classe sembra una clinica dove l’insegnante è il medico e gli allievi diventano pazienti. L’importanza del test di ammissione ad un corso universitario è nota a tutti: il giorno del test può davvero essere quello decisivo che, a seconda dell’ammissione o meno, determinerà il futuro professionale del candidato, per cui i sacrifici fatti per uno studio serio ed una preparazione culturale adeguata, unitamente alla giusta dose di competitività, sono consentiti, anzi doverosi. Stando alle foto, gli studenti cinesi vanno oltre: forse in Cina più che in ogni altro Stato il fine giustifica in assoluto i mezzi, anche se questi sono eccessivi ed esagerati.

Google+
© Riproduzione Riservata