• Google+
  • Commenta
1 giugno 2012

Imperia, al via il progetto “Nessun escluso”

Oggi e domani le scuole di Diano Marina e di S. Bartolomeo al Mare promuovono un progetto per l’integrazione.

“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.
Questo è l’incipit dell’Articolo 3 della Costituzione Italiana, diventato fondamentale al giorno d’oggi in un’Italia sempre più multiculturale, multireligiosa. Per tamponare casi di razzismo la provincia di Imperia ha pensato di promuovere un progetto di integrazione, partendo dai luoghi che formano, migliorano e sviluppano l’etica, il comportamento dell’individuo, ovvero le scuole. In particolare, 130 studenti dell’Istituto Colombo di Diano Marina e dell’Istituto di S. Bartolomeo al Mare saranno coinvolti nel progetto “Nessuno escluso“, che prevederà tanti giochi, lezioni, interventi sull’uguaglianza in Italia.

L’iniziativa, organizzata dal Provveditorato di Imperia e dall’Associazione ergo sum, è incentrata su un laboratorio culturale, dove ci sarà uno scambio di esperienze tra i vari studenti con lo scopo di ascoltare l’altro, capirlo, accettarlo e renderlo partecipe in modo attivo alla comunità. Un modo per conoscere le moltissime culture e religioni che popolano e arricchiscono le scuole di Imperia, ma anche l’Italia di oggi. Anche i circoli Noi delle parrocchie di Imperia si sono mossi in questa direzione, promuovendo i giochi della gioventù “Nessun escluso“, dove i ragazzi cattolici accolgono nelle varie competizioni il maggior numero di coetanei di altre religioni.

Google+
© Riproduzione Riservata