• Google+
  • Commenta
29 giugno 2012

Insegnante di violino accusato di molestie sessuali

Rinviato a giudizio un professore di violino, sotto inchiesta dal luglio scorso, poiché accusato da alcune sue alunne.

AREZZO- Il 19 giugno 2012 è stato rinviato a giudizio, con la gravosa accusa di violenze sessuali, l’insegnante del Liceo Musicale di Arezzo, accusato un anno fa da una studentessa di 17 anni e da altre sue compagne.

Le ragazze prima si sono sfogate con i genitori e poi direttamente con la scuola; infine hanno ripetuto la loro versione nell’incidente probatorio. Si sarebbe trattato di frasi, gesti, sfioramenti che erano estranei da ogni aspetto tecnico e diventavano vere e proprie molestie sessuali.

E per presunte molestie sessuali era indagato il docente, sospeso dall’insegnamento – per via della linea di prudenza adottata dalla scuola- dal luglio scorso, fino a quando l’inchiesta, condotta dal Pm Julia Maggiore, è giunta ad una svolta, rinviando l’insegnante a giudizio.

Il professore, però, ha sempre negato, come spiega il suo avvocato Maria Leda Coradeschi. “È stato tutto un equivoco”, diceva al suo difensore; avrebbe in realtà praticato un massaggio fondamentale, parte di una tecnica di rilassamento consigliata per suonare bene lo strumento.

L’episodio al Liceo Musicale ha destato scalpore e immediatamente si sono creati due schieramenti: c’è chi difende le ragazze, chiedendo chiarezza, e c’è chi sta dalla parte del professore, poiché conoscendolo pensa che non possa aver commesso un reato di questo tipo.

Si attende, quindi, con ansia il processo, fissato per il prossimo autunno.

Google+
© Riproduzione Riservata