• Google+
  • Commenta
24 giugno 2012

Insegnante induce alunni a bruciarsi per scacciare gli spiriti maligni

E’ successo in Florida, dove una professoressa di lettere spingeva all’autolesionismo i propri studenti per il compimento di un rituale che esorcizzasse i demoni.

Danielle Harkins, insegnante trentacinquenne al Lealman and Asian Neighborhood Family Center, è stata arrestata e denunciata per abuso aggravato su minori.

Secondo l’Ufficio del Pinellas e le autorità che si sono occupate di ricostruire la vicenda, la Harkins, dopo aver convinto 7 dei suoi ex studenti della necessità di esorcizzare i demoni che affollavano la loro anima, li avrebbe incontrati al molo e aiutati a tagliarsi e bruciarsi, atti che secondo l’insegnante avrebbero dovuto scacciare gli spiriti maligni e liberato i ragazzi dal male.

Stando ai reperti un ragazzino, a cui la professoressa aveva spruzzato del profumo sulla mano prima di darle fuoco,  ha subito un’ustione di secondo grado che avrebbe potuto diventare più grave se il vento non avesse spento la fiammella sul dorso della sua mano.

Un altro ragazzo, a cui la professoressa aveva inferto una ferita con il coccio di una bottiglia, per poi subito cauterizzarla con una chiave scaldata con un accendino, avrebbe  rischiato di vedersi tranciare un tendine.

Eppure tutti i protagonisti della stramba vicenda, interrogati a lungo dalla polizia, si sono rifiutati di pronunciarsi  sulla natura del rituale e sulle sue modalità di svolgimento, che sono state dedotte ma non ancora del tutto chiarite.

E’ stato infatti un amico di uno dei ragazzini feriti a denunciare l’episodio ai genitori di questi invitandoli a comunicarlo alle autorità, prontamente avvisate.

Intanto l’insegnante ha trascorso la notte in carcere, non avendo voluto pagare la cauzione di 55.000 dollari che le era stata imposta, ed è stata sospesa e privata della paga dal centro in cui ha lavorato per 4 anni e mezzo.

Carolyn Chance, amministratore del centro, ha dichiarato: “Non avevamo alcun sospetto, facciamo il possibile per conoscere i nostri dipendenti e niente faceva intuire che Danielle fosse capace di qualcosa del genere.”

Il vicino di casa della Harkins l’ha difesa a spada tratta, attribuendo l’accaduto all’instabilità emotiva e psicologica che la lunga vicinanza ad un marito violento, da cui si era divisa l’anno precedente, le avrebbe provocato.

In seguito al divorzio, infatti, sembra che la professoressa – due figli di 1 e 4 anni – si sia avvicinata all’esoterismo, forse nella speranza di trovare una consolazione a quello che considerava il male della sua esistenza.

La tranquilla cittadina di S. Pietroburgo è sconvolta dalla stranezza e dall’assurdità di quanto successo: “come ha potuto?”, si mormora per le strade, e nessuno sa rispondere, perché, probabilmente, non c’è risposta logica che non riconduca a del banale, elementare e pericolosissimo fanatismo.

Google+
© Riproduzione Riservata