• Google+
  • Commenta
15 giugno 2012

La maturità del nuovo millennio: l’ in bocca al lupo del ministro Profumo agli studenti

“Non abbiate paura. Sono certo del risultato finale, bisogna essere sereni”, così il ministro dell’istruzione Francesco Profumo rincuora i maturandi e fa i suoi auguri, anche attraverso la rete.

A pochi giorni dall’inizio degli esami di maturità, il ministro ricorda di non aver avuto timori quando ha affrontato il suo esame nel 1972, concluso con un esito brillante: 60/60. Condividendo la sua esperienza per incoraggiare i ragazzi, ha osservato: 

Questi sono i primi esami della vita. Se si impara a rapportarsi con essi con la massima serietà, la stessa la si potrà poi dimostrare nella vita

Inoltre il ministro annuncia: “Con l’operazione delle tracce online chiudiamo il millennio precedente”. Dunque non ci saranno più le classiche buste spostate per l’Italia dal ministero, ai carabinieri, poi alle scuole. Il rito sarà sostituito da un plico informatico che sarà trasmesso il giorno 20 giugno alle 8.30 del mattino (mezz’ora prima dall’inizio della prima prova) e potrà essere aperto solo con una chiave elettronica.

Tale codice costituito da una sequenza alfanumerica di 25 caratteri, una volta comunicato alle scuole sarà di dominio pubblico. Intanto si apprende che le prove generali, svoltesi nei giorni scorsi, hanno dato ottimi esiti: su oltre 4500 scuole che faranno la maturità solo 5 hanno avuto difficoltà, alle quali si è subito rimediato.

L’avvento del cosiddetto “plico telematico”, per il quale verranno ricordati gli esami di maturità 2012, fa parte di quel progetto di modernizzazione e semplificazione della scuola voluto dallo stesso ministro Profumo.

E anche se gli studenti confidano nella capacità di qualche hacker, dal ministero assicurano che non ci sono rischi di fuga di notizie né di hacking.
Di certo però, in questi giorni, nulla potrà fermare gli studenti con il classico appuntamento toto-tema.

Google+
© Riproduzione Riservata